Avellino Calcio – Il calendario della “passione”: tutte le date per conoscere il futuro dei lupi

Avellino Calcio – Il calendario della “passione”: tutte le date per conoscere il futuro dei lupi

Ecco l’inter che dovrà affrontare l’Avellino calcio per iscriversi al campionato di Serie B

di Michelangelo Freda, @m_freda21

Il destino dell’Avellino calcio è appeso ad un filo; il comunicato stampa della società non ha fatto che mettere in risalto altri dubbi sull’affidabilità delle dichiarazioni in merito, ipotizzando anche una terza fideiussione, un idea non conciliabile con i termini scaduti ieri 16 luglio 2018 alle ore 19.00. L’ipotesi che avanza è quella di presentare ricorso sulla prima fideiussione, cercando di renderla ammissibile e quindi di consentire all’Avellino di iscriversi al campionato cadetto.

Adesso non dobbiamo far altro che aspettare il termine per l’espressione in merito da parte della Covisoc, che dovrebbe arrivare giovedì 19 luglio. La decisione dell’istituto dovrà esser vagliata dalla Figc il giorno 20 luglio, che si riserverà di ammettere o meno la società biancoverde. In caso di esito negativo in entrambe le date l’Avellino dovrà presentare il ricorso alla Corte di Giustizia Federale. I tempi sono stringenti, stando all’Art 38 del codice di Giustizia Sportiva, la dichiarazione con la quale si preannuncia il reclamo deve essere inviata all’organo competente entro tre giorni dalla data di pubblicazione della decisione che si intende impugnare; il tutto dev’esser comunicato con i mezzi riconosciuti dal codice (telegramma, fax, posta certificata) a condizione che vi sia la possibilità di provare la ricezione stessa da parte dei destinatari.

In quanto tempo si esprimerà la Corte di Giustizia Federale? I tempi per la sentenza della CGF sono previsti dall’art.34: “Il termine per la pronuncia della decisione di primo grado è di novanta giorni dalla data di esercizio dell’azione disciplinare, ridotto a sessanta giorni nel caso in cui, a seguito di richiesta avanzata contestualmente all’atto di deferimento, sia stata concessa dal Tribunale la proroga della sospensione cautelare ai sensi dell’art. 20, comma 3. Il termine per la pronuncia della decisione di secondo grado è di sessanta giorni dalla data di proposizione del reclamo.”

Insomma per l’Avellino potrebbe prospettarsi un mese di fuoco, con un ricorso da presentare nel minor tempo possibile per far si che si risolva tutto prima dell’inizio del campionato. Ovviamente sono da valutare, prima di arrivare dinnanzi la Corte di Giustizia Federale, le decisioni della Covisoc e della Figc che arriveranno nei prossimi giorni.

 

Caos iscrizione – Adesso Taccone mostri bonifico e fideiussione: presidente ci faccia capire

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy