Avellino Calcio, Novellino: “Chiedo scusa per la reazione in settimana. Ci salveremo a occhi chiusi”

Avellino Calcio, Novellino: “Chiedo scusa per la reazione in settimana. Ci salveremo a occhi chiusi”

Le parole di mister Novellino alla vigilia della sfida con il Pescara

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Vigilia di Avellino-Pescara, gara cruciale per i lupi per mettersi alle spalle il derby perso a Salerno e una settimana di tensione e polemiche che ha visto coinvolto anche mister Novellino con alcuni tifosi che lo contestavano. Novellino in conferenza stampa ha presentato la gara, tornando sugli episodi spiacevoli di questa settimana.

Queste le parole del tecnico di Montemarano: “Devo fare una premessa. Abbiamo perso due battaglie difficili ma non abbiamo perso la guerra. A me fa ancora più male perchè sono allenatore e sono irpino, quindi capisco anche la rabbia dei tifosi. Chiedo scusa al tifoso che ho risposto in settimana in allenamento, non è stata una bella reazione da parte mia. I due derby ci devono far tesoro degli errori fatti e ripartire. Sono convinto che se la squadra è al completo possiamo fare un campionato diverso. Però dobbiamo ripartire, guardare al presente e pensare alal salvezza, perchè è la realtà, e poi si fanno i conti. So che i tifosi sono arrabbiati, ma aiutateci, dobbiamo ripartire. Sono sicuro che ci salveremo tranquillamente.

Novellino continua così: “Castaldo e D’Angelo? Dobbiamo ripartire dai giocatori chiave perchè è importante, la loro esperienza deve esserci di grande aiuto. Derby? Probabilmente abbiamo pagato l’attesa, la voglia di rivalsa dell’andata e siamo scesi in campo scarichi, mentalmente assenti, mancanza di cattiveria calcistica. Non ho paura della mia squadra, noi non dobbiamo guardare in faccia a nessuno, dobbiamo fare punti. Pescara? Non ho paura di nessuno. Rispetto si, ma io guardo alla mia squadra. Ultima spiaggia domani? No dai. C’è tanto da giocare. Dobbiamo recuperare entisiasmo e voglia di vincere e chiudere il campionato serenamente. Cabezas? E’ andato giustamente a trovare la moglie che ha partorito. Ora la figlia avrà tre mesi. Scherzi a parte, vediamo come avrà assorbito il fuso e vediamo se portarlo domani in gruppo”. 

Infine due parole sulle vicende societarie: “Io penso solo al campo. Al momento l’unico riferimento è Taccone. Poi ovviamente se arriva qualcuno a dare una mano al presidente ben venga, per tutta la piazza. “

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy