Avellino Calcio, Pasquale Luiso: “Avellino mi ha fatto calciatore, mai mollato per la maglia irpina”

L’amarcord del toro di Sora, che ricorda l’esperienza in biancoverde.

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Intervistato da Orticalab, Pasquale Luiso, il toro di Sora, ha parlato in un lungo amarcord, dell’esperienza in Irpinia, della stagione fallimentare 1995/96, de ricordo del commendatore Sibilia, di Boniek e ha parlato anche dell’Avellino di oggi, dicendo come non sia ancora tutto perso in chiave salvezza.

Ma ecco le dichiarazioni dell’ex bomber: “Ricordo la stagione 1995/96 in maniera speciale. Fu un anno discgraziato per l’Avellino ma grazie ai lupi io sono sbocciato come calciatore. Quella fu la mia stagione più prolifica e grazie a quell’annata ho costruito una carriera importante sia in SErie B e poi anche in A, con Piacenza e Vicenza. Tra i ricordi che porterò per sempre nel mio cuore c’è il sostegno della Curva Sud: i tifosi ci sono sempre stati vicini, anche nei momenti più complicati della stagione. Ho sempre sudato sangue per la maglia del lupo e speravo di riuscire a salvare l’Avellino quell’anno, ma non fu così”.

Poi due parole sul presidente Antonio Sibilia, e un aneddoto del commendatore legato a quella stagione: “Un giorno Sibilia mi venne a prendere con una Mercedes strepitosa. Io gli feci notare la bellezza della macchina. Lui allora rispose che se arrivavo a 15 gol in campionato era mia. Al gol numero 15 andai sotto la tribuna Montevergine esultando col gesto di guidare una macchina. Lui negli spogliatoi mi diede le chiavi dell’auto, dicendo è tua. Ma dopo due giorni la rivolle indietro. Mancano tanto personaggi come Sibilia a questo calcio moderno”.

Infine due parole sull’Avellino di oggi: “Penso che dopo la Salernitana si sia rotto qualcosa, i lupi erano partiti bene, da allora non si riesce a riprendere. Ma ancora non detta l’ultima. Novellino è un grande tecnico e sono certo che l’Avellino si tirerà presto su. Magari con qualche acquisto a gennaio che possa far fare il salto di qualità alla rosa”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy