Gargantini di RSI Svizzera: ” Ancora una settimana di passione e sofferenza. A Castaldo chiedo scusa”

Gargantini di RSI Svizzera: ” Ancora una settimana di passione e sofferenza. A Castaldo chiedo scusa”

Il noto telecronista svizzero, grande tifoso dell’Avellino, commenta cosi la vittoria di ieri sera contro lo Spezia.

di Redazione Sport Avellino
Gargantini Avellino Calcio
Caro direttore,
ho visto una squadra sfinita, sulle gambe e senza idee, ma l’abbiamo portata a casa. Grazie anche ad un avversario che non ha fortunatamente fatto nulla per metterci in difficoltà. Credo che a Terni sarà una partita simile se non identica, dunque per fortuna dipende soltanto da noi. Un po’ come l’anno scorso con il Latina.
Aspettando le analisi, su tutte di capire come sia possibile perdere per infortunio un giocatore (minimo!) a partita, teniamoci questa serie B, che la piazza ha dimostrato di meritare. Anche via TV veniva la pelle d’oca a sentire quel costante incitamento della curva. Encomiabili, davvero.
Ma devo soprattutto scusarmi con Castaldo: a marzo di un anno fa l’avevo definito ormai un giocatore al crepuscolo e giustamente alcuni simpatici e attenti lettori me l’hanno rinfacciato ieri sera. Già, il nostro bomber ci sta portando di peso, gliene rendo atto con estremo piacere e totale riconoscenza. Ho sbagliato a darlo per finito, ma sono felice di ammetterlo. Non a caso ieri notte ho indossato la sua maglietta.
Qualcuno poi, visto che in fondo la mia critica ha portato bene, mi chiede di “spronare” anche Ardemagni: sia mai che a Terni tocchi a lui deciderla!
Forza, insomma, ancora una settimana di passione e sofferenza. E poi, tocchiamo ferro, sarà di nuovo serie B.
Possibilmente con una società più solida e meno batticuore
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy