Serie B – L’analisi della 32 giornata

Giornata importante per il torneo cadetto, che approfittando anche della sosta per le nazionali, si articolerà stavolta soprattutto nella giornata di domenica. Il tutto si apre con i due anticipi del sabato. Ma andiamo a passare in rassegna le sfide.

di Redazione Sport Avellino

Serie B, 32esima giornata si parte sabato

Giornata importante per il torneo cadetto, che approfittando anche della sosta per le nazionali, si articolerà stavolta soprattutto nella giornata di domenica.

Il tutto si apre con i due anticipi del sabato. Ma andiamo a passare in rassegna le sfide.

 

Spezia – Ascoli Sabato h 18

La giornata si apre con l’interessante sfida del Picco che vedrà opposti i liguri di Fabio Gallo troppo spesso poco continui e l’Ascoli battagliero di Serse Cosmi che proprio non vuole mollare sul più bello, dopo la vittoria in 10 del turno scorso contro la Ternana.

Lo Spezia, dopo lo stop di Perugia vuole tornare alla vittoria, per farlo la dirigenza ha messo prezzi popolari per tutti. In formazione, Gallo opterà per qualche piccola novità, ad esempio sembra arrivato il momento di Gilardino con l’intoccabile Marilungo a supporto.

L’Ascoli, dal canto suo, vuole tenere aperta la speranza di una salvezza che non appare più tanto lontana, Cosmi è pronto a rispolverare il suo  4-4-2 con Monachello di punta. Ma la domanda in terra marchigiana è riusciranno i bianconeri a non farsi distrarre dal violento  infortunio capitato al talentuoso Carpani (per lui rottura del crociato e stagione finita). Vedremo.

 

Bari- Brescia Sabato h 20.30

Questo sabato sera, visto il maltempo che si sta abbattendo sull’Irpinia non uscite? Niente paura c’è Bari – Brescia.

I pugliesi di un Fabio Grosso, sempre più criticato dalla tifoseria pugliese, hanno intenzione di convincere con una grande novità: l’impiego del calciatore più tecnico in rosa Ciccio Brienza dietro le punte, per dare vivacità ad una manovra troppo spesso imballata. Oltre alle assenze dei tanti nazionali, il Bari dovrà fare a meno degli indisponibili Morleo e Oikonomou. Praticamente fuori tutta la difesa gli unici centrali disponibili (di cui uno adattato) saranno Cassani ed Empereur. Un rischio da dover correre per forza.

Boscaglia invece in casa Brescia sembra all’ultima chiamata. Il carattere fin troppo famoso di Cellino, fa in modo che il match deve essere, per Boscaglia, una dimostrazione forte dell’orgoglio bresciano , un punto sotto i nostri lupi. Inutile dire che come al solito tutto sarà sulle spalle dell’airone Caracciolo, in dubbio invece l’altro talentino Dall’Oglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy