Taccone ci crede: “Avellino da playoff, non farli sarebbe un fallimento”

Il presidente poi parla del suo rapporto con Novellino e poi corregge, dicendo che prima bisogna salvarsi.

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

E’ un walter Taccone  a 360° quello che ha parlato ad Ottochannel, in una intervista telefonica nella trasmissione “Derby”. Il presidente dell’Avellino, raggiante per la sonora vittoria contro una rivale come il Foggia, ha parlato del suo Avellino, degli obiettivi stagionali e del suo rapporto con Novellino, dopo le critiche di settimana scorsa dopo il ko di Cremona. Ma ecco alcuni passaggi dell’intervista al patron biancoverde ad Ottochannel.

In primis, Taccone parla di playoff: “L’Avellino ha una rosa competitiva, che può far male a chiunque e se questa squadra non dovesse raggiungere i playoff sarà un fallimento per tutti. Il campionato si è alzato di livello? Vero, ma anche l’Avellino è a un livello superiore rispetto all’anno scorso. L’obiettivo principale è sempre la salvezza e dobbiamo raggiungere i 50 punti già ad aprile, poi ci divertiremo, almeno è quello che mi auguro”.

Taccone poi si sofferma a parlare del suo rapporto con Walter Novellino, tecnico dei lupi: “Novellino è un allenatore esperto e navigato. Un grande lusso, ma anche lui è un uomo e può fare degli errori, come me. Tra me e lui il rapporto è ottimo, nessun attrito con Walter, io ho solo detto che dopo Cremona l’Avellino non mi era piaciuto, come ora dico che col Foggia è stato fantastico. Penso che ho il diritto nel dire la mia se una cosa non mi piace, visto che ci metto i soldi. A Cremona potevamo vincere, e abbiamo perso, lasciando stare la svista arbitrale. Ma a quanto pare la critica ha dato una scossa ai ragazzi visto che col Foggia sembravano indemoniati”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy