Taccone rassicura tutti: “Non siamo indagati, non sappiamo nulla”

Taccone rassicura tutti: “Non siamo indagati, non sappiamo nulla”

Il patron commenta la notizia relativa alle indagini della Procura della Repubblica di Palmi su Catanzaro – Avellino

di Redazione Sport Avellino

La notizia relativa alla presunta combine tra Catanzaro ed Avellino relativa al campionato di Lega Pro 2012-2013 (leggi qui) ha fatto immediatamente il giro del web, arrivando a conoscenza dei massimi dirigenti dell’Us Avellino. E’ direttamente il patron Walter Taccone a commentare il tutto ai microfoni di Ottochannel, rassicurando innanzitutto i tifosi: “Guarda caso quando ci sono delle cose in giro escono delle voci fantasiose. Non posso adirarmi per questo. Il mio direttore sportivo mi ha mandato la dichiarazione dei procuratore il quale al momento esclude qualunque interessamento dell’Avellino. Non c’è nessun indagato stando a quello che dice il Procuratore.”

Taccone, leggendo il whataspp inviatogli sul suo cellulare dal Diesse De Vito, precisa che “il Procuratore si sta limitando a dichiarare una eventuale sussistenza di elementi in ordine al tentativo di aggiustare l’incontro. Ove dovessero emergere delle responsabilità , che al momento non ci sono, come doveroso invieremo gli atti alla Giustizia Sportiva. Mi sembra una cosa serena e tranquilla.”

Il n.1 del sodalizio di Piazza Libertà ha chiesto lumi anche al suo Avvocato Innocenzo Massaro per avere un quadro più chiaro della situazione: “Mi ha riferito che questo sito di Cosenza o Catanzaro ha detto che noi saremmo indagati. E’ una situazione altalenante e non so dove questo sito abbia preso la notizia che è diversa da quella del Procuratore. Probabilmente questo sito conosce persone che sanno cose che nemmeno il Procuratore ha detto. Nella vita tutto è possibile” ha concluso Taccone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy