Top 11 38° giornata Serie B: muro Scognamiglio, attacco che sa di Under 21

Ecco il top team della trentottesima giornata

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

38° giornata in Serie B.

26 gol realizzati (1089 totali).

7 vittorie interne (172).

3 pareggi (139).

1 vittoria esterna (101).

1 rigore assegnato (104).

1 rigore realizzato (75).

3 espulsioni (85).

Ecco il top team di giornata: 4-3-3 affidato a Gianluca Grassadonia, tecnico della Pro Vercelli. Audero (Venezia): ristabilisce le gerarchie della porta veneta con un grande intervento su La Gumina. Inzaghi asfalta il Palermo e adesso può sognare la A diretta.

Germano (Pro Vercelli): stantuffo inesauribile sul lato destro, corre e lotta come un leone. Il simbolo di una squadra che vuole giocarsi le sue carte fino in fondo.

Di Lorenzo (Empoli): il jolly azzurro gioca un’altra grande gara, imbottita dall’assist per Caputo. Missione compiuta: Empoli torna subito in Serie A.

Scognamiglio (Cesena): difende con le unghie e con i denti il prezioso vantaggio di Laribi. Il muro su cui Castori spera di edificare la propria salvezza.

Balkovec (Bari): batte Iacobucci con un bolide di sinistro dalla distanza. Grosso torna a vincere in casa e mette anche lui nel mirino il secondo posto.

Maggiore (Spezia): raccoglie la respinta della difesa e supera Ujkani con un preciso destro. Gallo ritrova la vittoria ma per i playoff ormai è troppo tardi.

Stulac (Venezia): regia da Oscar, con la perla del 2-0 che stordisce definitivamente il Palermo. Andrà in A (Genoa?), chissà che nel frattempo non ci porti pure il Venezia.

Machin (Pescara): domina con la sua fisicità, trovando pure il gol del vantaggio abruzzese. Pillon concede il bis e vede avvicinarsi l’obiettivo salvezza.

Vido (Cittadella): assiste Schenetti nel 2-1, poi trova lo squillo personale che archivia la pratica. Venturato vince lo scontro diretto con Stroppa e blinda i playoff.

Cerri (Perugia): ritrova il feeling con il gol e tocca quota 15 in campionato. Il Grifo però spreca, l’Ascoli rimedia e Breda scivola all’ottavo posto in classifica.

Sprocati (Salernitana): festeggia al meglio il 25° compleanno mettendo in rete il cioccolatino di Rosina. Colantuono batte Marino ed ipoteca la salvezza.

All. Grassadonia (Pro Vercelli): domina e punisce il Parma, poi respinge il forcing finale dei ducali. Sembrava spacciato, può invece ancora dire la sua per la salvezza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy