ULTRAS Den Haag: “Avellino atmosfera fantastica, uniti dagli stessi valori”

Viaggio tra gli ultras olandesi dell’ADO Den Haag, in occasione del gemellaggio con la Curva Sud dell’Avellino calcio.

di Michelangelo Freda, @m_freda21

Comprendere il mondo Ultras non è facile. Sperare di poter capire determinate dinamiche è quasi impossibile. E la tv non è tutto. Spesso mescola la realtà dei fatti. Ti allontana dalla realtà o ne racconta una sola Parte. Le cose bisogna viverle, immedesimarsi. Sentirne gli odori, guardarsi negli occhi. Il contatto. Si. Il contatto. Se vuoi comprendere le dinamiche del mondo Ultras devi guardargli negli occhi. Non basta. Di sicuro non basta. Ma almeno non corri il rischio di inventare. Ieri ad Avellino, in occasione del match con il Novara, partita vinta senza non poche sofferenze dagli irpini per 2-1, i tifosi biancoverdi hanno ospitato i tifosi olandesi dell’Ado Den Haag, due realtà calcistiche lontane centinaia di chilometri unitesi per puro senso di appartenenza e rispetto.

Non è da tutti i giorni che la Curva Sud ospiti tifoserie estere sui propri gradoni, indubbiamente la Curva ha portato in giro per l’Italia un entusiasmo che al calcio contemporaneo mancava da tempo, i video di Torino, in occasione della partita di Coppa Italia contro la Juventus, sono l’esempio della gioia e del rispetto portato dai supporters irpini nei vari stadi italiani, sempre numerosi, sempre coloriti, mai autori di atti di violenza. Ed è proprio questo modo di fare che ha permesso ai nostri tifosi di diffondere il nome di Avellino in giro per l’Europa delle tifoserie, affermandosi come una delle realtà più belle del tifo del vecchio continente. In occasione di un raduno Ultras in memoria delle vittime del Heysel, famoso impianto belga dove poco prima della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, 39 tifosi persero la vita, di cui 32 italiani, i tifosi della Curva Sud sono entrati in contatto con i tifosi del Den Haag. L’Ado Den Haag è la squadra di calcio di una delle città più diplomatiche ed internazionali d’Europa, L’Aia, sede del Corte Internazionale di Giustizia.

IMG_4839 FOTO Freda den haag
Fotografia: Michelangelo Freda per SportAvellino.it

 

I tifosi del Den Haag sono da sempre considerati tra i gruppi Ultras più famosi d’Olanda con un passato noto ai più per i modi molti calorosi di esprimere le proprie idee o sostenere la propria squadra, insomma in opposizione alla compostezza della propria città. L’apertura della Curva Sud ai tifosi del Den Haag e di altre realtà europee è estrinsecazione del desiderio di uscire fuori dai confini provinciali e proiettare l’Irpinia dello sport e lo stile di vita dei suoi supporters al di là dei confini regionali e nazionali. Vivere con loro una giornata intera da la possibilità di comprendere senza strumentalizzazioni la mentalità del mondo Ultras, che non sempre viene percepita adeguatamente all’esterno.

Noi di Sportavellino abbiamo avuto la possibilità in esclusiva di intervistarli, di viverli a 360 gradi, avvicinandoci a loro nel modo più corretto possibile, nonostante la diffidenza che il mondo Ultras ha per i giornalisti, all’incontro presenti anche i Viking della Juventus, che hanno colto l’occasione per salutare i tifosi olandesi.

 

Ciao ragazzi, è bello avervi qui, come nasce questo rapporto con i tifosi dell’Avellino?

Grazie a tutti voi, l’accoglienza è fantastica in questa città, non aspettavamo tanto calore. L’amicizia con i ragazzi di Avellino nasce per caso, ci siamo conosciuti ad un raduno e tramite degli amici in comune abbiamo avuto modo di conoscerci e ci siamo piaciuti molto. L’attaccamento alla maglia ed il modo di tifare da parte degli avellinesi è qualcosa di fantastico.

Successivamente il rapporto si è consolidato maggiormente in occasione della scomparsa di un nostro giovane tifoso, la vicinanza mostrata è stata una delle cose più gradita in un momento di difficoltà.

I tifosi dell’Avellino hanno un’amicizia in comune con voi, i tifosi della Juventus, che hanno colto l’occasione per salutarvi durante il giro cittadino, un forte legame che dura oramai da molti anni. Come considerate il vostro rapporto con la Juve?

Il rapporto con l’Avellino nasce spontaneamente per valori condivisi, l’amicizia con gli ultras della Juventus è un valore aggiunto. Siamo amici da anni, un’amicizia duratura nel tempo che oramai si avvicina al trentennio. Siamo contenti che ci siano venuti a salutare, è sempre bello rivedere gli amici.

Il tempo non è stato dei migliori, e lo stadio era semi deserto, dovuto anche all’andamento altalenante della squadra, come vi è sembrato il calcio minore italiano?

Indubbiamente vi è una differenza enorme sugli impianti, a noi sono tutti coperti anche i più vecchi, ma non credete che siano migliori, a volte fa paura saltare e cantare in quegli stadi fatti di tubi di ferro, sembra che a momenti possa crollare. Il vostro stadio è bellissimo, racconta di un epoca passata. Adesso però è importante per tutto il mondo ultras riempire le curve e cantare per la propria squadra.

Cosa ne pensate dei tifosi avellinesi, nonostante la bassa affluenza?

 La Curva Avellinese esprime calore e gioia, non fa niente che ci sia stata poca gente, in tutte le realtà calcistiche ci sono delle diatribe che allontano l’entusiasmo, solo i veri appassionati, gli amanti della maglia vanno sempre allo stadio. La coreografia è stata bellissima, avvolti in una nuba giallo verde volta a rappresentare una nuovo legame.

Indubbiamente l’entusiasmo sugli spalti è durata 90 minuti, la partita è finita 2-1 per l’Avellino, allontanandoci per un po’ dalla zona retrocessione. Come vi è sembrata la squadra?

L’atmosfera ci ha coinvolto, eravamo intenti a cantare con la Curva Sud lasciandoci trascinare dall’entusiasmo, abbiamo visto ben poco la partita, noi siamo venuti per cantare con i nostri nuovi amici e sostenere la loro causa. Siamo contenti del risultato e magari pensare che quest’amicizia abbia portato bene, il numero 11 ha fatto due grandi goal.

Avellino-Den Haag la Fotogallery dell’incontro delle tifoserie

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy