Calcio Avellino – La nostra solidarietà a Michele Gubitosa

Calcio Avellino – La nostra solidarietà a Michele Gubitosa

A fine gara, nel parcheggio della Montevergine, qualche tifoso agitato ha tentato il contatto con il presidente onorario accompagnato dalla moglie. Un gesto da condannare. La nostra solidarietà a Gubitosa

Commenta per primo!

Contestare in maniera pacifica è un diritto. Aggredire o cercare di farlo no. Non fa parte della mentalità di un tifoso che ama la propria squadra del cuore. Anche se arriva dopo un’ennesima sconfitta e una posizione di classifica che si conferma drammaticamente preoccupante. Ma veniamo ai fatti. Al termine della sfida contro il Frosinone, Michele Gubitosa che aveva assistito alla sfida nell’abituale settore della Montevergine, viene avvicinato ed apostrofato in malo modo da due tifosi. L’aggravante è che era in compagnia della moglie. Un gesto deprecabile. Il presidente onorario ha lasciato lo stadio scortato dalla polizia e grazie all’intervento della vigilanza interna si è subito impedito che i due tifosi potessero passare dalle offese a gesti inconsulti. Ed è per questo esprimiamo la nostra solidarietà a Michele Gubitosa. La contestazione e le critiche sono legittime e vanno rispettate. La violenza no.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy