Calcio – L’Us Avellino dimentica di salutare Mokulu: è un affare che merita il silenzio

Calcio – L’Us Avellino dimentica di salutare Mokulu: è un affare che merita il silenzio

Mentre il Frosinone lo ufficializza in pompa magna con tanto di foto e Mokulu saluta Avellino con un messaggio su Instagram, il sodalizio biancoverde non comunica nulla. E’ un affare che non merita nemmeno una riga

Comunicazione zero. Come le temperature di questi giorni. E’ l’Us Avellino. Che si fa anticipare da Benjamin Mokulu nei saluti alla piazza con un post su Istangram (LEGGI QUI), e nel pomeriggio non replica nemmeno al comunicato ufficiale del Frosinone. La società giallazzurra replica anche con una foto del belga al primo allenamento (ECCO IL LINK). 

E l’Avellino? Niente, nisba, nada de nada. Si scrive così? Boh, non lo sappiamo. Resta il fatto che per l’Avellino, Mokulu, resta ancora un calciatore biancoverde. Forse. Ma che? Scherziamo. Mokulu se n’è andato in punta di piedi. Non è più ad Avellino. E la società non ne ha ufficializzato la cessione. Dimenticato. Ops, annullato. Nell’epoca della comunicazione 3.0, nemmeno una riga nemmeno sui canali ufficiali del sodalizio di Piazza Libertà. Il Frosinone ha comunicato la formula: prestito con diritto di riscatto a fine stagione. Da Frosinone parlano di 800mila euro, da avellino, voci vicine alla società ne annunciano poco meno di 450mila. La verità, forse, è nel mezzo. Di certo l’Avellino non ha inserito nella cessione l’opzione del controriscatto. Quindi, almeno queste sono le voci che circolano nell’ambiente, se il Frosinone andrà in A, sarà obbligato a versare nelle casse biancoverdi una cifra tra i 450mila e gli 800mila. Che si aggiungono ai 1,2milioni del prestito di inizio stagione al Genoa di Biraschi. Danaro circolante, quasi assegni pronti all’incasso. Per investire nel mercato di gennaio? Forse, aggiungiamo noi. Forse. Perchè per ora di colpi manco a parlarne. Le altre si muovono, l’Avellino no. E chissà se Novellino è contento. Chissà se il tecnico vive questi giorni con tranquillità o nervosismo. Di certo è che alla ripresa, di volti nuovi, manco l’ombra. Resta l’autogol della società biancoverde. Nessun comunicato per ufficializzare la cessione di Mokulu. Peccato. Andava salutato come meritava. Ma lo facciamo noi. Uomo corretto e professionista serio. Mai una parola fuori dal coro. Nemmeno quando non ha giocato.

Le foto sono riprese dal sito ufficiale del Frosinone Calcio

mokulu mokulu2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy