Calcio-scommesse, Izzo: “Quei criminali non distruggeranno la mia carriera”

Calcio-scommesse, Izzo: “Quei criminali non distruggeranno la mia carriera”

Al processo tenuto a Roma, presente anche Armando Izzo, attualmente difensore del Genoa e all’epoca dei fatti all’Avellino

“Non ci dormo la notte da mesi. Sono innocente. In quelle partite chiesi io a Massimo Rastelli di non giocare. Vi chiedo: com’è possibile che io faccia un accordo con un criminale? Non c’entro nulla, non so nulla e non ho fatto nulla. E sono qui a rispondere per una accusa di illecito sportivo che non ho commesso”. Così Armando Izzo, che dinanzi al TFN, stamattina, ha fatto la sua dichiarazione spontanea in chiusura di arringa anche del suo avvocato Antonio De Rensis che ha chiosato con forza. “La Procura non ha alcun elemento che potrà distruggere la carriera del mio assistito. Non c’è alcun elemento che confermi l’illecito di cui è accusato Izzo. Ed è per questo che chiediamo l’assoluzione dai capi d’imputazione”.

Propio per Izzo la Procura Federale ha chiesto ben 6 anni di squalifica e 20mila euro di ammenda.

 

 SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// YouTube///
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy