Serie B, 8^ giornata: la top 11 è guidata da Sannino

Serie B, 8^ giornata: la top 11 è guidata da Sannino

23 gol realizzati. 5 vittorie interne, 3 pareggi, 3 vittorie esterne. 2 rigori assegnati (entrambi realizzati). 2 espulsioni. Ecco il top team di giornata: 4-4-2 affidato a Giuseppe Sannino, tecnico della Salernitana.

8° giornata in Serie B.

23 gol realizzati. 5 vittorie interne, 3 pareggi, 3 vittorie esterne. 2 rigori assegnati (entrambi realizzati). 2 espulsioni. Ecco il top team di giornata: 4-4-2 affidato a Giuseppe Sannino, tecnico della Salernitana.

Pinsoglio (Latina): prima dei gol, servono i suoi guantoni per superare il Trapani. Superlativo su Citro e Nizzetto. Vivarini stende Cosmi e lo lascia da solo in fondo alla graduatoria.

Iacoponi (Entella): Brienza chiama, lui risponde in pochi minuti. Poi Iacobucci alza un il muro e Breda stoppa un Bari che avrebbe sicuramente meritato di più.

Legati (Pro Vercelli): la difesa della Ternana dorme, lui la punisce spingendo in rete la sponda di Bani. Longo affossa Carbone e mette in tasca 3 punti pesanti in ottica salvezza.

Calabresi (Brescia): l’attacco del Verona fa paura, ma lui resta lucido e sicuro per tutti i novanta minuti. Premiando la tattica e il coraggio del suo allenatore. Applausi ad entrambi.

Letizia (Carpi): chiunque capiti dalle sue parti gli rimbalza contro. Una sicurezza per Mister Castori che passa al Picco togliendo l’imbattibilità al collega Di Carlo.

Paganini (Frosinone): quando il Cittadella prova ad alzare il volume, lui lo spegne con la perentoria azione del 2-1. Marino espugna il Tombolato e spazza via tanti fantasmi dalla sua testa.

Della Rocca (Salernitana): brucia Lucioni e con una bella girata indirizza il derby verso i granata. Sannino azzecca tutte le mosse e costringe Baroni al primo stop stagionale.

Arini (Spal): entra e in pochi minuti stende il Pisa con uno dei suoi inserimenti perfetti. Semplici zittisce ancora una volta l’Arena Garibaldi e festeggia il primo blitz stagionale.

Faragò (Novara): testata vincente sulla punizione perfetta calciata da Sansone. Boscaglia vince la delicata sfida contro Aglietti e rivede la luce in classifica.

Pazzini (Verona): ha ragione Brocchi: è illegale. Oltre ai gol, tiene accesi i suoi con grande cattiveria agonistica. Bomber, capitano, leader. Indispensabile per i sogni di Pecchia.

Di Carmine (Perugia): Bucchi lo preferisce a Bianchi, lui lo ripaga alla grande. Scherza Diallo con un bel numero, poi chiude un bel contropiede. Gol e bel gioco: Perugia in volo!

All. Sannino (Salernitana): fa la rivoluzione e raccoglie i frutti con una grande prestazione dei suoi. Dopo la Coppa, il campionato: la bestia nera della Strega è lui! Filippo Abbondandolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy