Basket Avellino – Sacripanti: “Gli infortuni non ci danno una mano, con Pesaro dovremo giocare come con Milano”

Basket Avellino – Sacripanti: “Gli infortuni non ci danno una mano, con Pesaro dovremo giocare come con Milano”

Su Logan il coach è pessimista: “Molto difficilmente il Rytas lo libererà”

Commenta per primo!

Non c’è solo il mercato ad attirare le attenzioni in casa Sidigas Avellino. Nelle ultime ore a destare le preoccupazione c’è un’infermeria che è andata riempiendosi nelle ultime ore. Domenica arriva la Consultinvest Pesaro e la Scandone si appresta a giocare in una situazione alquanto delicata: “E’ una settimana particolare e viviamo uno stato di emergenza perché Ragland sta continuando le terapie alla spalla, Cusin è indisponibile mentre Fesenko è alle prese con la febbre e Severini lamenta qualche dolore al ginocchio.” – ammette in conferenza stampa coach Sacripanti.

Gli avversari – “Pesaro sta provando a rialzarsi dalla zona salvezza con giocatori che si stanno mettendo in evidenza e che sono di buon livello. In trasferta hanno vinto a Cremona e Caserta. Li affrontiamo un momento di difficoltà. Dovremo avere grande attenzione tattica. La partita sarà quelle di grande ardore, sarà una battaglia vera ma sono fiducioso nell’impegno che chi andrà in campo riuscirà a dare.”

Motivazioni – “In una condizione come la nostra sei anche un po’ obbligato a dover sfruttare tutto quello che costruisci di buono. Siamo fiduciosi che possa esserci il nostro consueto contributo del pubblico che ci ha sempre seguito. Abbiamo bisogno del calore: il PaladelMauro dovrà essere una bolgia e dovrà esserci un’unica forza tra squadra e pubblico per portare a casa i due punti.”

Situazione di Ragland – “Non sono preoccupato per le sue condizioni ma c’è un percorso terapeutico da dover seguire. Si è sottoposto anche ad una visita con uno dei migliori specialisti per quanto riguarda questa tipologia di problematiche.”

Mercato – “Logan non sarà dei nostri, non neghiamo che abbiamo provato a prenderlo ma penso che non ci saranno innesti prima della Final Eight. Non è mai facile prendere un giocatore di un altro club.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy