Ardemagni: “Questa società ha creduto in me. I tifosi? Vi racconto cosa è successo su Facebook”

Ardemagni: “Questa società ha creduto in me. I tifosi? Vi racconto cosa è successo su Facebook”

Il giocatore racconta anche un retroscena del suo arrivo ad Avellino con i tifosi biancoverdi sempre più calorosi

L’Avellino è stata la squadra con la proposta più concreta tra le pretendenti. Ho rifiutato molto richieste, volevo fare una esperienza al Sud. Tante volte ci ho giocato contro ed ho avuto modo di conoscere il calore della gente e capire che qui si vive di calcio. Voglio fare bene a cominciare da domenica con l’Entella“. Questo il primo messaggio del nuovo attaccante biancoverde Matteo Ardemagni che si è presentato nella sua prima conferenza stampa al Partenio-Lombardi.

Il giocatore racconta anche un retroscena del suo arrivo ad Avellino con i tifosi biancoverdi che: “Mi sono arrivati tantissimi messaggi su Facebook, migliaia, un numero impressionante di incoraggiamenti e domande che non sono riuscito a rispondere a tutti. Ora tocca a me far capire chi è Ardemagni e lo farò mettendomi a disposizione della squadre e cercando di fare più gol possibili”.

Poi l’attaccante parla anche della formula con cui l’Avellino lo ha prelevato dall’Atalanta: “Sono contentissimo di giocare in una società che ha creduto in me acquistandone il cartellino. Ringrazio chi mi ha fatto giocare in passato ma probabilmente non hanno mai voluto credere davvero in me”.

Poi parla anche di se stesso e si presenta affermando che: “Sono un giocatore che fa molta autocritica e non scarica mai colpa su di altri. Se non sono andato in serie A è perché forse non ho avuto mai una reale chance di giocarci. Faccio l’esempio del mio amico Falcinelli con me a Perugia. E’ tornato a Sassuolo ma gli hanno dato possibilità di giocare col Crotone. Finché giocherò punterò ad un obiettivo sempre più ambizioso”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy