Avv. Chiacchio: “Sono fiducioso. Prima di eliminare l’Avellino dal calcio devono farsi un esame di coscienza”

Avv. Chiacchio: “Sono fiducioso. Prima di eliminare l’Avellino dal calcio devono farsi un esame di coscienza”

Le parole dell’avvocato dei lupi

di Leo Pecorelli, @pecorelli_leo

Le parole dell’avvocato Chiacchio dopo l’udienza al Collegio di Garanzia del Coni: “Per certi versi sono triste. Quando dicevo che venire in queste sedi comporta un massimo sforzo mi riferivo a questo. Ma sono comunque fiducioso. Il presidente Frattini ci ha dato ampia soddisfazione. Ci ha chiesto di focalizzarci su punti decisivi. Non possiamo pensare di essere esclusi dal mondo professionistico. Avellino non lo merita. L’unica cosa triste è vedere altre società che hanno depositato fideiussioni nulle non ricevere lo stesso trattamento. Mi riferisco a due società di B e a dieci di serie C. Dunque se l’Avellino dovesse essere escluso sarebbe davvero uno scempio sportivo. Questa disparità di trattamento non riguarderà il collegio di garanzia, che è un organo terzo. Quando io dicevo che non si doveva arrivare a questo punto mi riferivo alla presenza di grandi giuristi e di tutte le componenti contro. Io e miei colleghi abbiamo dato il massimo, rispondendo punto su punto, non tirandoci mai indietro, avendo sempre argomenti al riguardo. Non è stata lesionata alcuna energia per dare il massimo. Da soli a lottare contro tutte le componenti dello sport. Ognuno ha fatto il suo dovere. È difficile ma sono fiducioso. Prima di eliminare l’Avellino bisogna riflettere molto. Io sono uno di voi. Non sono preoccupato, ma giustamente provato, come un calciatore al termine di una partita. Tutti stiamo soffrendo. Attendo la sentenza, sereno di aver dato il massimo.”

L’avvocato dei lupi, inoltre, ha incontrato i tifosi al termine dell’udienza: “Come ho sempre sostenuto non era una difesa semplice, ma appassionata. Ci abbiamo messo il cuore, dando il massimo. In queste situazioni è necessario dare qualcosa in più. Le nostre argomentazioni sono state più che solide, nonostante avessimo di fronte bravi avversari. Anche FIGC e Ternana si sono difese nel migliore dei modi. Abbiamo lottato molto, perché soli contro tutti. Sicuramente i tifosi sono stati fondamentali e decisivi per noi. E’ stata come sempre una gioia difendere questa piazza. Non penso a fare il primo attore, ciò che conta è la vittoria dell’Avellino. Oggi, accompagnato da una grande squadra in campo, mi sono sentito come un calciatore che ha segnato l’ultimo rigore. Ora attendiamo quello degli avversari. Comunque vada, io sono con voi. Mi avete dato tanto, e io sarò sempre al vostro fianco.” E l’incontro con i supporters biancoverdi, è stato coronato da un sentito abbraccio tra Edoardo Chiacchio e Franco Iannuzzi. L’Avellino si stringe intorno ad una speranza, consapevole di saper soffrire, speranzoso di poterne uscire vittorioso.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy