Calcio Avellino, Matteo Dionisi: “L’importante è l’atteggiamento ed essere gruppo. Il Flaminia non verrà in gita qui”

Calcio Avellino, Matteo Dionisi: “L’importante è l’atteggiamento ed essere gruppo. Il Flaminia non verrà in gita qui”

Le parole del difensore dell’Avellino alla vigilia della gara con la Flaminia

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Neanche il tempo di esultare per il successo a Lanusei che l’Avellino si rituffa in campionato per il turno infrasettimanale. Domani al Partenio arriva la Flaminia, una squadra che all’andata rifilò un secco e pesante 3-0 alla squadra allora di Graziani. Tanto è cambiato da allora, anche i protagonisti che saranno in campo.

Tra questi Matteo Dionisi, arrivato ad Avellino a dicembre e che all’andata a Civita Castellana non c’era. In conferenza stampa, l’esperto difensore biancoverde ha parlato del momento in casa Avellino e della sfida di domani col Flaminia.

Queste le sue parole: “Bisogna continuare a vincere e pensare solo a noi. Poi vedremo le altre, ma dobbiamo pensare a partita dopo partita e non montarci la testa. Domani verrà al Partenio il Flaminia, che non verrà da vittima sacrificale, ma verrà a giocarsi le sue carte e sta a noi dimostrare di essere più forti e vincere. Nelle ultime due settimane ci siamo compattati, ci siamo stretti e abbiamo capito il da farsi dopo la sconfitta di Cassino. Noi ci crediamo, la proprietà ci crede e c’è molto vicino. Ci sono vicini anche i tifosi, ci hanno contestato quando era giusto farlo e ora ci sono molto vicini per provare a raggiungere l’obiettivo che è quello di vincere il campionato. I nostri giovani sono maturi e sanno come si affrontano queste partite e come si vince. L’importante è essere una squadra perchè da soli non si fa nulla. Si vince e si perde tutti insieme come fatto a Lanusei. Sappiamo di avere l’obbligo di vincere e non possiamo perdere punti. Non dobbiamo darla vinta a nessuno, vincere da qui alla fine tutte le gare possibili. Poi si vedrà. Noi dobbiamo essere positivi e l’importante è che chiunque entri in campo metta quella grinta e cattiveria viste a Lanusei sabato. Terzino o centrale? L’importante è far bene, mi trovo bene ovunque e basta che la squadra ottenga il risultato. Ripeto è il momento di compattarsi e di remare tutti dalla stessa parte, che è quello che vogliamo. Mi sono calato nella realtà, mi sto godendo la città, come domenica al PalaDelMauro, e poi a fine stagione tireremo le somme. Possono essere tre partite decisive ma si gioca gara dopo gara. Fare calcoli non porta mai da nessuna parte. Ora testa al Flaminia, poi da domani sera prepareremo il Latte Dolce”. 

Non convocati per domani: Morero e Rizzo, oltre a Sforzini squalificato. Non ci saranno anche Pizzella, Tomptè e Longobardi. Torna Mithra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy