Calcio Avellino, Matteo Gerbaudo: “Serve una mentalità diversa soprattutto in trasferta. I tifosi sono fantastici. I risultati arriveranno”

Calcio Avellino, Matteo Gerbaudo: “Serve una mentalità diversa soprattutto in trasferta. I tifosi sono fantastici. I risultati arriveranno”

Le parole del centrocampista dell’Avellino che analizza il momento dei lupi

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Momento non brillante per l’Avellino, reduce da 4 punti nelle ultime 4 giornate. I lupi sono ora attesi domenica da una trasferta delicatissima, in casa del Monterosi, squadra seconda in classifica e sempre vincente in casa nelle 4 giornate disputate.

Ha parlato di questo, il centrocampista dell’Avellino, Matteo Gerbaudo. Queste le sue parole in merito: “E’ un momento dove bisogna raccoglierci e lavorare. Graziani oggi ci ha catechizzato, stiamo lavorando sul Monterosi e su come approcciare. Purtroppo commettiamo alcuni errori che dobbiamo evitare. Col Sassari domenica abbiamo perso due marcature e loro hanno segnato su un calcio piazzato, precludendoci di prendere i 3 punti. Mercato? Chiunque arrivi fa bene. Io personalmente sono felice di come sto iniziando, il mister mi impiega in diversi ruoli del centrocampo, mezz’ala, mediano. Oggi mi ha provato anche dietro le punte e io sono sereno perchè devo farmi trovare pronto. I tifosi sono fantastici e si fanno sentire. Domenica è arrivata un’ennesima prova della loro grandezza. Ci hanno aiutato e supportato sempre, sia in casa che soprattutto fuori. Dobbiamo essere bravi a trascinarci i tifosi e i ragazzi più giovani che stanno capendo che occasione stanno avendo qui ad Avellino e che rampa di lancio possa essere questa piazza. Obiettivo? Senza dubbio vincere il campionato. I presupposti ci sono,  ma ci sono anche gli avversari che ti aspettano perchè ti chiami Avellino. Rapporto col mister? E’ ottimo, è una persona eccezionale perchè parla davanti e dice le cose come stanno, anche rimproverando e passatemi il termine usando parole dure con qualcuno. Il mister ci sta insegnando molto. Come il mister anche noi ci prendiamo le nostre responsabilità, come lo fa il mister. In trasferta serve un cambio di passo mentale. L’approccio deve essere diverso, stiamo lavorando per questo. Non abbiamo forse la forza mentale per chiudere il risultato o per proteggerlo. Dobbiamo migliorare su queste cose qui. Noi non siamo il Bari che sta ammazzando il campionato. Siamo l’Avellino e dobbiamo sudare ogni punto sul campo. Ci serve maggiore spensieratezza. La mia condizione fisica è alquanto buona, non sono al 100% ma sto dando tutto. Ogni domenica pensare a fare il mio compito e pensare a quello che fanno i giovani è stancante dal punto di vista mentale. Matute ha ragione, questo può essere un fattore. Pensare che i ragazzi possano arrivare quanto prima ad una maturità in campo, può liberare anche noi over ad avere meno pensieri e avere la mente libera. Affronteremo domenica una squadra che in casa ha la sua forza. Dobbiamo essere più forti delle nostre carenze in trasferta. Sarà una sfida difficile ma può essere quella della svolta dei risultati fuori casa”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy