Gubitosa: “Io ingannato da Taccone. Ferullo era già in società”

Gubitosa: “Io ingannato da Taccone. Ferullo era già in società”

Gubitosa si tira indietro dal tornare in società: “Non ho quei 14 milioni utili che servono fino al termine del campionato”

Commenta per primo!

Per l’ingresso di Angelo Ferullo nell’Us Avellino 1912 manca soltanto la nota ufficiale del club. Nelle scorse ore, tuttavia, è ricomparso il nome di Michele Gubitosa. L’ex Presidente Onorario dei lupi, al centro delle cronache in queste ore per un suo possibile ritorno nella società biancoverde, ha fatto chiarezza – parlando alla trasmissione Lvs Sport – su quelle che sono state le voci circolate: “E’ vero del mio incontro con Massimiliano Taccone questa mattina alla Diagnostica su invito del Direttore Generale. Con quest’ultimo si è parlato della possibilità di rientrare nella società. Chiaramente ho dovuto fare le mie dovute riflessioni e qualche calcolo in tasca.” Secondo quanto riferisce il patron dell’azienda Hs la massa debitoria dell’Avellino ammonterebbe a circa dieci milioni. A frenare Gubitosa ci sarebbe anche un altro problema: “Non è soltanto la massa debitoria ma si devono dare dei soldi ai soci e poindevi finire il campionato. Ci vorrebbe un budget di 14 milioni e non me li posso permettere.”

La ciliegina sulla torta non manca perchè Gubitosa riferisce di aver saputo questo pomeriggio di un incontro dal notaio Giordano in cui Walter Taccone lo scorso 24 ottobre aveva definito l’accordo con Angelo Ferullo. Stamani, invece, l’incontro col Dg Taccone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy