Calcio a 5: travolgente successo dello Star Team Avellino

La Star Team Avellino vince con un perentorio 8 a 1 sul campo della Primavera Cavese restando attaccata al secondo posto alle spalle della Magna Graecia che guida la classifica del campionato di C1 a punteggio pieno dopo l’impresa compiuta sul campo del Nuceria quando in svantaggio per 3 a 0 nei primo 20 minuti, è riuscita ribaltare il risultato vincendo per 5 a 3.
La partita non era nata sotto una buona stella. Dopo i gravi infortuni di domenica dei due portieri Perna e Iariccio, all’ultimo minuto veniva a mancare anche capitan Lombardi per motivi personali. In porta debuttava l’ex portiere del Sorrento Rosa Niespoli, con la quale la società aveva trovato l’accordo in tempi utile per schierarlo tra i pali. Andava in panchina la Carrabs che da pochi giorni aveva ripreso la preparazione dopo la lunga degenza e la stessa Iariccio si sedeva in panchina con una vistosissima fasciatura alla mano sinistra dopo la frattura subita domenica contro il Nuceria. Partita sentita da entrambe le formazioni. Le Salernitane avevano voglia di riscattare la brutta sconfitta subita in coppa campania mentre le irpine non volevano perdere contatti con la vetta. Le avellinesi si schierano con Niespoli, D’Angelo, Albanese, Moscillo e Grassi. In panchina Carrabs, Dal Fiume, Iariccio e La Storia. La partita incominciava con le avellinesi in pressing costante a tutto campo. Un 1 – 2 micidiale nei primi tre minuti metteva la partita in discesa per le irpine. Prima la Moscillo al primo minuto e poi la D’angelo al 3° minuto portavano la loro squadra sul 2 a 0. La partita continuava con il dominio costante delle biancoverdi che al 13° minuto triplicavano sempre con la Moscillo che era brava a finalizzare una pronta ripartenza.
Al 20° minuto le salernitane accorciavano le distanze su l’unica ingenuità difensiva. Al 22° minuto la Iariccio, subentrata alla D’Angelo scaricava tutta la sua rabbia per la settimana passata tra medici e ospedali, con una bordata dai 20 metri che piegava le mani al portiere locale. Il primo tempo finiva con ancora alcuni occasione mancate dalle irpine per poter aumentare il vantaggio. Nel secondo tempo non c’era partita. Le irpine continuavano a dominare il campo e faceva la parte del leone la D’Angelo che andava in rete per altre tre volte, seguita dalla Moscillo che trovava il tempo di siglare la sua personale tripletta. Le salernitane annichilite dal ritmo infernale delle irpine non riuscivano mai a tirare in porta e quando vi riuscivano trovavano sempre pronta una perfetta Niespoli che dava sicurezza a tutto il reparto. Grande gioia a fine partita per il risultato ottenuto. Adesso non bisogna abbassare la guardia. Mercoledi sera alle ore 21,00 nella tendostruttura del campo Coni verrà a far visita alle irpine il Nuceria, per l’andata della semifinale della coppa campania, partita sicuramente decisiva per l’ammissione alla finale. Domenica 13 dicembre invece per la quinta giornata di andata del campionato di C1 verrà a far visita alle avellinesi il Sorrento, squadra fanalino di coda. Ancora una volta la società invita tutti gli sportivi ad accorrere nella tendostruttura ad incitare la squadra irpina.

Leggi anche

L’allarme di 245 club: “Sarà il Natale più buio della storia, il Governo ci dia una mano”

L'appello arriva il Comitato Salviamo lo sport: "Nella stagione sportiva 2020/2021 i ricavi da sponsorizzazione si sono ridotti di almeno un terzo rispetto alla precedente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.