BASKETNEWSSERIE MINORI BASKET

Del Fes, ufficiale Valentini. Si tenta il colpaccio Petrucci per accontentare Benedetto

Avellino vuole assicurarsi un grande profilo nel ruolo di guardia

Continua la serie di ufficializzazioni dei nuovi acquisti della Del Fes Avellino. In attesa di quella del play titolare Vitale, è arrivato il comunicato ufficiale riguardo Andrea Valentini: 

“La DelFes è lieta di annunciare l’accordo con l’ala/pivot laziale Andrea Valentini. Classe 1998, 199
centimetri per 103 kg, Valentini è cresciuto cestisticamente tra la Stella Azzurra Roma, con cui ha
vinto un titolo giovanile nel 2012 e la Tiber Roma.
Nelle sue esperienze precedenti ha indossato la casacca di Desio, Caserta e Salerno. Dell Virtus
Arechi è stato anche capitano e nell’ultima stagione regolare ha avuto una media di 9.22 punti, il
71% ai liberi, il 45% da due ed il 27% da tre.
“Sono molto contento di poter intraprendere questa nuova avventura, che ho già iniziato a vivere
con entusiasmo – commenta Valentini –. A convincermi è stato il progetto tecnico e la presenza di
coach Giovanni Benedetto di cui ho sempre sentito parlare bene, la società e la presenza di
Antonello Nevola rappresentano una garanzia”.
“Valentini è un giocatore che ho già avuto in passato, in questi anni lo abbiamo seguito e siamo
convinti possa dare un ottimo contributo ed equilibrio al nostro reparto lunghi” ha commentato il
diesse Antonello Nevola.”

Del quintetto titolare per ora è ufficiale il solo Carenza e si sta lavorando per cercare i nomi adatti nei ruoli di guardia e ala piccola. Giovanni Benedetto ha indicato un nome su tutti, si tratta di Nicolò Petrucci, guardia classe ’89 in forza a Mestre. Un profilo espertissimo, reduce da numerosi campionati vinti, di cui l’ultimo due anni fa con Nardò. Le ultime stagioni ha viaggiato a 13 e 10 punti di media e vanta un’esperienza di oltre 15 anni nella categoria, di cui alcuni spesi anche in A2. Benedetto vuole una sicurezza e un vincente, il contratto è stato già preparato ma le trattative sono ancora ampiamente in corso. L’agente del giocatore gioca ovviamente al rialzo e c’è anche da considerare il contratto biennale a cui è ancora legato Petrucci con Mestre.

Vitale ha i punti nelle mani e una forte propensione offensiva, Petrucci invece non è un tiratore ma si contraddistingue per la sua solidità, i pochi falli e le poche palle perse commesse. La società vuole accontentare il più possibile il suo allenatore e probabilmente ci vorrà uno sforzo di Canonico per sbloccare la situazione. Una volta bloccati gli spot del 2 e del 3 si andrà a lavorare per chiudere i discorsi per quanto riguarda il pivot titolare, al momento lasciato in “stand by”.

Articoli correlati

Back to top button