Sidigas, ecco cosa ti aspetta nella FIBA Europe Cup

Con la sconfitta in quel di Bonn, per la Sidigas Avellino si è chiusa l’esperienza in Champions League(BCL). Tuttavia, l’avventura europea dei Lupi d’Irpinia continuerà in un’altra competizione, la FIBA Europe Cup (EC); il regolamento della BCL infatti prevede che le quinte e le seste abbiano accesso alla seconda competizione organizzata dalla FIBA. Pertanto, sono otto le squadre della BCL che hanno acquisito questo diritto; due di queste (gli spagnoli dell’ Estudiantes e i francesi dello Chalon) avevano già deciso di rinunciarvi, dunque per rimpiazzarle sono state ripescate le due migliori terze dei gironi eliminatori della EC: i montenegrini del Mornar Bar ed i ciprioti del Keravnos.

Stamattina si sono svolti i sorteggi, per determinare gli accoppiamenti degli ottavi di finale, e  la Sidigas ha pescato i bielorussi dello Tsmoki Minsk. Un avversario mai affrontato prima, che verrà a giocare l’andata al Paladelmauro il 7 marzo, e ospiterà nel palazzetto di casa la gara di ritorno, prevista per il 14 marzo. Salta dunque all’occhio la prima grande differenza con la BCL: in EC, infatti, le squadre teste di serie (in questo caso quelle retrocesse dalla Champions) giocheranno l’andata tra le mura amiche, ed il ritorno in trasferta; anche le altre due italiane Venezia e Sassari dunque, dovranno affrontare il ritorno in trasferta, rispettivamente a Kormend (Ungheria) e Le Portel (Francia).

Altra sostanziale differenza tra la BCL e la EC è data dal format di andata e ritorno previsto per tutte le fasi della competizione; in buona sostanza, mentre la Champions prevede una Final Four finale da svolgersi in un’unica sede, in Europe Cup le squadre dovranno affrontare gare di andata e ritorno fino al termine della manifestazione, finale compresa. Le date stabilite per le finali sono il 25 aprile ed il 2 maggio.

Tralasciando il discorso sul livello tecnico della competizione (sicuramente inferiore a quello della BCL, ma non per questo privo di insidie), vale la pena dare uno sguardo al tabellone. Il sorteggio odierno, infatti, ha definito anche i possibili incroci dei turni successivi, pertanto è già possibile ipotizzare quali saranno le possibili avversarie della Sidigas in caso di passaggio del turno. Nei quarti, ad esempio, affronterebbe la vincente tra i lituani della Juventus Utena (già battuti due volte in BCL l’anno scorso) e gli ungheresi dell’Alba Ferencvaros; in questo caso, salvo modifiche eccezionali, i Lupi avrebbero il vantaggio del return-match del 28 marzo in casa (per il 21 è prevista la gara di andata). Andando ancora oltre,si potrebbe immaginare una semifinale tutta italiana contro la Dinamo Sassari (11 e 18 aprile), mentre la Reyer Venezia, spauracchio dei biancoverdi nella passata stagione, stando dall’altra parte del tabellone non potrà essere affrontata se non in finale.

La Sidigas Avellino ha sicuramente le carte in regola per vincere questa Coppa, detenuta attualmente dai francesi del Nanterre 92. Anche se essa non è esattamente il più importante trofeo continentale, darebbe comunque lustro e prestigio alla società avellinese, attualmente priva di vittorie in ambito internazionale.

Fonte http://www.fiba.basketball/europecup/17-18

Leggi anche

Meta Formia – Scandone Avellino, la vigilia: tutto pronto per l’esordio di Trapani

Inizia il girone di ritorno del campionato di basket di Serie B, con la Scandone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.