Lucarelli

Lucarelli: “Braglia il migliore. Falletti? Ci sarà”

Consueta conferenza stampa dell’antivigilia per Cristiano Lucarelli, che ha presentato davanti ai microfoni la sfida di domenica con l’Avellino. Di seguito i temi trattati:

Emergenza difesa – “La difesa? Qualche adattamento a sinistra, con entrambi i terzini infortunati ci deve essere, ma deve essere un adattamento con giocatori con caratteristiche simili a quelle di Mammarella“.

Braglia e l’Avellino – “Contro le squadra di Braglia ci vuole tanta pazienza, è l’allenatore più bravo a preparare le partite addosso all’avversario, ricordo uno Juve Stabia-Torino, dove lui ordinò di andare a marcare a uomo i due centrali di centrocampo. Spesso andavo a vedere le partite della sua Juve Stabia, dove faceva scalare gli attaccanti esterni sui terzini avversari, carriera alla mano è l’allenatore più vincente della Serie C. L’Avellino è una grande squadra, fatta bene per il modulo che adottano, che se non avessero avuto il Covid sarebbero stati a lottare per il vertice. Vedo solo punti forti dalla gara contro la loro partita contro il Bisceglie, è la squadra più adatta a questo girone, hanno tutti calciatori che hanno vinto campionato e giocato in categorie superiori, è una squadra difficile da affrontare, come tutte quelle di Braglia”.

Su Falletti – “Defendi e Falletti hanno due situazioni simili, sono a disposizione, ma bisogna capire quanto e come. Valutiamo la tenuta fisica, perchè hanno lavorato a parte e non so il minutaggio nelle gambe. Ferrante ha lavorato in gruppo ed è convocabile anche lui. Mancano ancora due allenamento, vediamo”.

Sul modulo – “Piano B per la Ternana? Lo stiamo avendo dal primo giorno che sono arrivato, oltre al 4-2-3-1. Ma non è detto che con il piano B si risolvano tutti i problemi, anzi spesso si fanno ancora più danni. Noi dobbiamo avere casomai anche il piano C, ma non è detto che l’Inter se avesse cambiato modulo contro lo Shakthar avrebbe vinto. L’Avellino ha cambiato diversi moduli, quando giochi contro un avversario che non ti da riferimenti devi essere bravo anche te a proporre qualcosa di diverso. Un allenatore dopo due minuti capisce come gioca l’avversario, a noi è capitato nelle ultime due partite, con Vibonese e Bisceglie che hanno giocato con il 5-4-1 e ci hanno sorpreso. Come giocherà l’Avellino? Penso solo alla mia squadra”.

 

Leggi anche

Avellino

Real Madrid eliminato da una squadra di C: il precedente dei lupi

L’Alcoyano ha eliminato i Galacticos dalla Copa del Rey: nel ’93 un’impresa simile toccò ai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.