Potenza-Avellino 0-1, le pagelle: Maniero on fire, Dossena dà forza

Dopo il ko interno con il Catania, l’Avellino torna a sorridere espugnando il “Viviani” di Potenza. La squadra biancoverde torna al successo grazie ad un bel gol di testa di Maniero, rivitalizzato nella forma e nella sostanza. La difesa ritrova solidità con le buone prestazioni di Miceli e Dossena. De Francesco soffre, ma regala l’assist decisivo per la vittoria. Di seguito le pagelle dei biancoverdi.

Le pagelle

Pane 6: rientra dopo un lungo stop, risponde presente con una prova di ordinaria amministrazione.

Ciancio 6: qualche buona intuizione in copertura, una buona palla in profondità per Maniero. Nel giudizio pesa però il grave errore della ripresa, quando di testa alza troppo il pallone e si divora il gol del possibile 1-0. Un errore che gli vale mezzo voto in meno.

Miceli 6,5: dopo gli errori delle ultime gare, torna protagonista con una prova ordinata e diligente. Battaglia alla pari con Cianci, capocannoniere del torneo, compito tutt’altro che semplice. Alla fine ne esce vincitore, facendo valere la sua esperienza.

Rocchi 6: anche lui rientra dopo lo stop forzato. La risposta è tutto sommato positiva, senza sbavature o errori di rilievo.

Rizzo 5: Braglia si affida alla sua spinta, ma l’ex Livorno non convince. Rimedia un cartellino giallo dopo pochi minuti e soffre terribilmente. Balla anche in avvio di ripresa e viene sostituito.

(dal 54’ Dossena 6,5: pochi minuti dopo il suo ingresso va vicinissimo al gol, con un colpo di testa che impegna severamente Marcone. Il suo ingresso dà forza, centimetri e solidità alla squadra).

Bruzzo 6: schierato per la prima volta da titolare, risponde con una prova discreta in fase di interdizione. Il suo contributo in proiezione offensiva è minimo, ma per ora va bene così, viste le condizioni fisiche non ottimali.

(dal 79’ Burgio s.v.: entra al posto di Bruzzo, non ha molti palloni giocabili).

De Francesco 6: lento e in affanno, davvero notevole il numero di palloni che spreca. In cabina di regia fa fatica, ma poi trova da fermo la pennellata per Maniero. Una giocata decisiva, che nobilita la sua gara.

D’Angelo 5,5: ha sul piede una palla molto interessante, ma la spreca con un tiro strozzato di destro. Servire Fella sarebbe stata probabilmente la scelta migliore. Ancora in affanno dopo il Covid.

Tito 5,5: qualche pallone perso, poca precisione in fase di spinta. Mette al centro un cioccolatino per Dossena, ma non basta per strappare la sufficienza.

Maniero 7: l’atteggiamento è sin da subito quello giusto. È in buone condizioni, cerca la magia in rovesciata, sprona i compagni. Poi nella ripresa pesca il jolly con un bel colpo di testa. Esulta con grande energia strattonando Braglia. Rivitalizzato.

(dal 79’ Bernardotto 6: entra e fa subito valere la sua grande capacità fisica nella difesa del pallone. Spreca un ottimo contropiede, ma il suo contributo rimane comunque prezioso).

Fella 5,5: la forma fisica non è delle migliori, infatti non trova mai lo spunto per superare i difensori avversari. Se non si accende lui, i ritmi offensivi del lupo restano sempre bassi.

(dal 64’ Santaniello 6: nulla di trascendentale, ma la sua struttura fisica tiene in apprensione la retroguardia lucana. Duetta bene con Bernardotto).

Leggi anche

La curiosità di Pastore: “Nicola per Giampaolo? C’è un precedente ad Avellino”

La curiosità svelata dal noto giornalista C’è spazio per l’Avellino nell’ultimo post pubblicato dal noto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.