Gui è inarrestabile, la Sandro Abate si arrende all’Acqua e Sapone Unigross

Esordio da dimenticare per gli irpini: a Salsomaggiore finisce 2-6

di Redazione Sport Avellino

Inizia col piede sbagliato l’avventura della Sandro Abate Avellino nel campionato 2020-2021 con la prima giornata andata in scena al Palasport di Salsomaggiore Terme. La formazione irpina, senza Nicolodi (infortunato) e Villalva (squalificato), viene sconfitta per 6-2 dall’Acqua e Sapone Unigross. Sugli scudi Guilherme Gui autore di quattro reti.

Il match registra un sostanziale equilibrio nel primo tempo con le due formazioni che si studiano  vicenda. Il primo intervento è quello di Perez che sventa di istinto sul destro di Rafihna. Poco dopo ci proverà Fetic con un sinistro dalla distanza ma tempestiva è la reazione ancora una volta di Perez. Gli avellinesi provano a rendersi pericolosi con le giocate di Kakàe Fantecele. Al 12′ è la volta di Murilo con un sinistro insidioso che si stampa sull’incrocio dei pali. C’è tempo anche per l’esordio di Marchesano chiamato a sostituire temporaneamente l’estremo difensore Perez, vittima di un leggero infortunio. Il momento decisivo avviene a 30″ dalla fine del primo tempo con Gui che sblocca il match ricevendo palla da Calderolli e mettendo alle spalle del rientrato Perez.

La ripresa non schiarisce le idee ai ragazzi di mister Fabian Lopez che incassano la seconda rete sempre da Gui, abile a tagliare e convertire in goal la bellissima giocata di Dudù protagonista di un assist di pregevole fattura. La Sandro Abate prova a reagire con Kakà ma non basta. Gui è scatenato e trova la terza marcatura al 10′  liberandosi delle marcature di Bagatini e Perez. Il poker, invece, è servito un minuto più tardi col pivot degli abruzzesi che va a recuperare palla da Ercolessi e involarsi verso la porta avellinese. A questo punto la Sandro Abate ha una reazione d’orgoglio e Eduardo Dalcin s’inventa un sinistro di grande precisione sotto l’incrocio dei pali che non lascia scampo a Mammarella. Non è finita qui perché il portiere dell’Acqua e Sapone direttamente da palla recuperata e conseguente rinvio trova il fondo della porta (1-5). Coco Wellington con un morbido tocco sotto di sinistro permette alla sua squadra di timbrare il cartellino per la sesta volta. A chiudere è un’autorete della stessa Acqua e Sapone che definisce il punteggio sul 2-6 finale.

Sandro Abate Avellino 2-6 Acqua e Sapone

Marcatori: 19’33” Gui (AS), 21’57” Gui (AS), 29′ 25″ Gui (AS), 31′ 40″ Gui (AS), 35’33” Dalcin (SA), 37’15” Mammarella (AS), 37’47” Wellington (AS), 38’15” autorete (SA)

Sandro Abate: Perez, Ercolessi, Crema, Fantecele, Abate, Pacilio, De Luca, Amirante, Bagatini, Kakà, Testa, Iandolo, Dalcin, Marchesano. All. Lopez

Acqua e Sapone: Mammarella, Murilo, Calderolli, Gui, Rafinha, Patricelli, Fusari, Coco, La Bella, Fetic, Dudu, Lukaian, Mambella, Fior. All. Scarpitti.

Ammoniti: Ercolessi (SA), Kakà (SA)
Arbitri:  Lorenzo Cursi (Jesi), Davide De Ninno (Varese), Fabio Mavaro (Parma) CRONO: Adriano Sodano (Bologna)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy