San Tommaso ko a Messina, Liquidato: “Deluso per il ko, la squadra ha dato tanto”

San Tommaso ko a Messina, Liquidato: “Deluso per il ko, la squadra ha dato tanto”

In serie D battuta d’arresto per la compagine avellinese

di Redazione Sport Avellino

ACR MESSINA: Avella, Saverino, Fragapane, Sampietro (dal 1’st Arcidiacono), Ungaro, Bruno, Lavrendi, Buono (dal 20’st Manfrè), Rossetti (dal 42′ Cristiani), Crucitti, Cafarella (dal 20’st De Meio). In panchina: Pozzi, Cinquegrana, Bossa, Bonasera. Allenatore: Karel Zeman

SAN TOMMASO: Landi, Lambiase, Madonna, Colarusso, Mannone, Pagano, Alleruzzo (dal 34′ st Savarise), Castro, Sabatino (dal 31′ st Moffa), Konate, Massaro. In panchina: Dose, Falivene, Zollo, Cuciniello, Raiola, Colucci, Stoia. Allenatore: Stefano Liquidato.

Marcatori: Crucitti 40’ st (M)

Note: Arbitro il Sig. Ettore Longo di Cuneo.

Spettatori 500 circa.

Recupero 1’ pt; 4’st

Così a fine partita mister Stefano Liquidato: “C’è tanta delusione dopo questa sconfitta. Sono amareggiato e deluso, ma non arrabbiato. I ragazzi hanno giocato una grande partita, qualitativamente migliore anche rispetto a quella con il Palermo. Siamo stati bene in campo, probabilmente anche il pareggio ci sarebbe stato stretto. Abbiamo avuto almeno tre chiare occasioni da rete nel primo tempo, culminate con la traversa di Sabatino. Anche nella ripresa non abbiamo mai smesso di provare ad offendere l’avversario, ma siamo stati imprecisi. In Serie D certi errori li paghi. Siamo andati in svantaggio, in un momento di stallo della partita grazie ad un eurogol di Crucitti. Non è facile venire a giocare in questo stadio, diverso dal nostro, e fare questo tipo di partita. Uscire tra gli applausi del pubblico per la nostra prestazione è sempre motivo di orgoglio. La strada è quella giusta. Dispiace perché si sarebbe potuto affrontare il recupero con il Corigliano con più serenità, ma il calcio è questo. Ci aspetta una grande partita mercoledì e dopo ancora un grande match con il Giugliano. La squadra sta bene, ha gamba. Siamo vivi. Questi ragazzi vanno lodati per ciò che stanno dimostrando, per la professionalità e l’attaccamento. Per ora i risultati non ci stanno premiando, ma il campionato è ancora lungo. Dobbiamo continuare a lavorare così come stiamo facendo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy