Sidigas Avellino – EA7 Milano, le pagelle dei biancoverdi (di Alfredo Bartoli)

Anosike 8,5: Manca la doppia doppia per un rimbalzo (13 più 9) ma, praticamente da solo, demolisce tutti i lunghi dell’Olimpia. Samuels, James e Gigli sono spazzati via, in un primo tempo monumentale da 9 punti e 8 rimbalzi. I falli lo limitano nella ripresa, ma quando si deve rintuzzare Milano ci sono 4 punti suoi. Devastante.

Gaines 6,5: apre con una tripla il match, poi 2 falli lo tengono fuori fino al 18imo. Non si scompone e nel secondo tempo si comporta da leader, segnando un’altra tripla importante, e dando sicurezza a tutto il PalaDelMauro

Cadougan 5: ci prova, si sbatte, ha anche l’occasione di segnare il suo primo goal in biancoverde con due liberi (ovviamente palo), ma non ne ha. Sembra stia avendo le stesse difficoltà avute da Foster nella passata stagione. La speranza è che anche il finale sia lo stesso.

Gioia ne.

Hanga 7: la solita partita tutto campo. 7 punti, 9 rimbalzi, 3 assist. E’ inoltre l’unico che riesce a dare un minimo di fastidio ad Alessandro Gentile. Utile come un coltellino svizzero.

Banks 7: altra partita di grande maturità. Quando la squadra ha bisogno di lui risponde presente (9 dei 26 punti dei lupi nella ripresa sono suoi), quando la squadra va da sola serve i compagni (5 assist). E, finalmente, nessun turnovers.

Cavaliero 7.5: commovente. Mette in campo tutto. Ancora costretto a portare palla, viste le difficoltà di Cadougan, non si tira indietro. Segna due triple nella beneficiata del primo tempo (chiudendo a 10) , serve 4 assist e recupera anche 2 palle. Lupo vero.

Cortese 5: in difesa gli vanno via tutti, chiude con -6 di valutazione, il suo plusminu è il peggiore tra tutti i biancoverdi, e Vitucci se lo sognerà stanotte per tutte le volte che lo ha rimproverato.

Trasolini 5: 2 falli, 2 rimbalzi e poi il deserto. Qui non è solo una questione tecnica, ma di personalità. Avulso, passivo, moscio.

Severini ne

Lechtaler 6,5: eccola la nota lieta della panchina. Prima fa rifiatare Anosike, poi lo rimpiazza quando ha problemi di falli. Contribuisce ad annullare Samuels, trova più difficoltà contro James, ma non va sotto con nessuno. Inoltre sarebbe da far vedere ai ragazzini per come difende sui pick and roll. Ha corpo e cervello da giocatore di prima fascia.

Harper 7. E’ arrivato Justin finalmente. Sfiora la doppia doppia anche lui (12 e 9), inoltre recupera 3 palloni e serve 3 assist. Sporca un po’ le percentuali nel finale, ma sono tiri presi dalla voglia di essere protagonista. Gioca con profitto anche da centro e lo fa bene. Adesso deve trovare continuità perché i mezzi ci sono tutti.

Leggi anche

Viterbese, Taurino sulla Ternana: “Nessuno è imbattibile”

Reduce dalla bella vittoria contro il Teramo, terza forza del torneo, il mister della Viterbese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.