Sidigas, in Trentino un bilancio soddisfacente

Due vittorie ed una sconfitta nella dieci giorni di ritiro della Sidigas Avellino che manda in archivio la parentesi in Trentino per far ritorno in Irpinia dove martedi sera al PaladelMauro scenderà nuovamente sul parquet per disputare la XXII edizione del Trofeo Vito Lepore il cui avversario di turno sarà l’Orlandina Basket.

Un’altra neopromossa, dopo la Dolomiti Energia Trento, sulla strada precampionato della compagine biancoverde che continua a preparare il debutto in campionato previsto per domenica 12 ottobre contro l’Umana Reyer Venezia.

La kermesse nel torneo di Caorle ha regalato tanti spunti interessanti per il nuovo gruppo allenato da coach Vitucci. Tracciare un bilancio è prematuro, considerati i dieci giorni in cui gli atleti hanno iniziato a porre le basi per la nuova stagione.

La scelta di puntare in regia su un elemento come Sundiata Gaines offre garanzie in termini di leadership, di organizzazione della manovra in fase di possesso palla, in particolare quando c’è stato da andare in contropiede. Un aspetto che è risultato decisivo nella vittoria contro i trevigiani producendo lo strappo determinante ai fini della vittoria finale. Nelle vesti di finalizzatore l’ex regista dei New Jersey Nets si è messo in evidenza nel test coi russi nonostante le polveri bagnate che hanno prodotto un 5714 dal campo.

Ancora da perfezionare l’intesa con Oderah Anosike. Tuttavia, nei primi minuti di gioco della semifinale contro la De Longhi Treviso ha lasciato intravedere grossi margini di crescita quando l’ex centro della Vuelle Pesaro viene coinvolto coi tempi giusti nella manovra d’attacco.

Promossa anche la prestazione al palasport veneziano di Adrian Banks. Nella prima uscita meno roboante è stato l’apporto della guardia di Memphis che è stato il vero mattatore della Scandone nel confronto contro la squadra di Bazarevic, risultando il top scorer con 19 punti e buone percentuali al tiro.

Su e giù per Daniele Cavaliero: nella gara del venerdì il giocatore triestino ha ricordato lo shooter visto la scorsa stagione, infuocando immediatamente la mano e iscrivendo a referto ben otto punti in soli due punti.

Da rivedere il bilancio del neocapitano biancoverde nella sconfitta in finale in cui ha lasciato il segno con soli due tiri liberi, subentrando ad Adam Hanga, costretto quest’ultimo a lasciare il campo per un colpo subìto.

Vitucci può ritenersi oltremodo soddisfatto per quanto visto al PalaMare: grinta, voglia di combattere e un buon apporto dalle seconde linee con Junior Cadougan bravo a tener alto il ritmo della manovra e Riccardo Cortese, prezioso con la sua specialità ovvero il tiro da oltre l’arco.

Il lavoro è soltanto all’inizio ma due vittorie in tre uscite fanno sicuramente morale per una compagine che tra numerose difficoltà sta ponendo giorno dopo giorno il mattone in vista di appuntamenti sicuramente più probanti. La settimana che si apre riserverà tre impegni: martedì alle 20:30 il “Vito Lepore” mentre nel week end è in programma il Torneo Città di Caserta.

Check Also

Avellino, Braglia: “Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto della qualità, Illanes è entrato bene”

Ha commentato la vittoria ottenuta per 1-0 sulla Cavese, il tecnico biancoverde Braglia: “Per mezz’ora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.