NEWS

Super Harper non basta. La Sidigas si arrende alla Grissini Bon nella semifinale del Torneo Città di Caserta

Battuta d’arresto per la Sidigas Avellino che viene battuta dalla Grissini Bon Reggio Emilia per 84-93 nel corso della prima semifinale del torneo “Città di Caserta”. I biancoverdi se la vedranno nella finalina per il terzo posto con la Vanoli Cremona (ore 18:30), travolta ieri sera dai padroni di casa della Pasta Reggia.
Dopo il successo nel “Torneo Vito Lepore”, ai biancoverdi non basta un’altra ottima prestazione di Justin Harper che timbra il cartellino con 19 punti dopo i ventuno realizzati contro l’Orlandina Basket e i 15 di capitan Cavaliero. Coach Vitucci decide di non rischiare Adrian Banks, tenuto precauzionalmente a riposo dopo l’uscita anzitempo contro l’Upea. Al suo posto Cavaliero che completa il quintetto con Gaines, Hanga, Anosike e Harper. Max Menetti, tecnico dei biancorossi, manda sul parquet quello che sarà con ogni probabilità lo starting five composto da Cinciarini in cabina di regia, Diener e Kaukenas sugli esterni; Polonara e Cervi sotto le plance.
I reggiani tentano già la prima fuga dopo soli 120” di gara con Polonara che centra il bersaglio e Drake Diener che riscalda la mano da tre punti per il 2-5.
Avellino trova immediatamente la strada della rimonta con il break di 7-0 propiziato da una schiacciata di Hanga, da un lay- up di Gaines e da Harper che risponde con la stessa moneta all’ultimo Mvp della Legabasket. Il primo vantaggio della serata della Scandone viene  interrotto da un controbreak dei biancorossi che rimettono il naso avanti sul 19-16 con uno scatenato Diener con altri cinque punti. Il match è vivo e interessante. Sale in cattedra anche capitan Cavaliero che cerca di tener testa alla verve offensiva di Diener (13 punti a fine primo quarto).
La schiacciata di Lechthaler segna il + 5 per Avellino (27-22).  Reggio Emilia si aggrappa alla stella di Diener e Cervi sotto le plance impatta sul 29-29. Il botta e risposta continua con lo scorrere dei minuti. Anosike dalla lunetta restituisce le sei lunghezze di vantaggio ma si fa nuovamente recuperare da Cinciarini che chiuderà il primo tempo sul 46-48.
Nella seconda parte del match gli attacchi carburano: la Grissini prende la mira dai 6.75 metri Kaukenas colpisce due volte da tre punti. Lo stesso fanno Della Valle e Polonara e Cinciarini (67-80 al 30’). La Sidigas esce dal tunnel lentamente. Prima Cadougan realizza il – 9 (75-84) e Harper con il tiro dall’arco riavvicina per il – 6. Nel finale la Grissini Bon amministra il vantaggio con Polonara e Cinciarini, portando a casa la qualificazione alla finale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button