Gauteri: “Ci vorrà personalità contro l’Avellino”

Vigilia della trasferta di Avellino e mister Carmine Gautieri in conferenza stampa presenta così la gara. L’analisi parte dall’ultimo match vinto con il Varese: “Dobbiamo migliorare e martedì sera abbiamo fallito troppe palle gol (il possesso palla e le occasioni sono stati nettamente a nostro favore, lo dicono le statistiche), ma abbiamo rischiato in una sola occasione. Anche col Varese, come in altre partite, ho cambiato modulo in corsa passando ad un 4-5-1. Gran parte di questa rosa ha giocato in passato con il 4-3-3, ma ho sempre paiacere ad ascoltare altre idee e quando è possibile cambiare modulo lo faccio senza problemi. Con il Presidente mi sento due volte a settimana ed è sempre un piacere confrontarmi con lui. Oltre ad essere il numero uno è un grande esperto di calcio”.

Sulla condizione dei giocatori:”La squadra sta crescendo, siamo un ottimo gruppo, unito, dove ogni singolo è disposto a sacrificarsi per il bene comune. Siamo sulla strada giusta per raggiungere i nostri obiettivo. Tutti insieme, tutte le componenti, con il giusto equilibrio. Ad inizio stagione si era detto che il primo obiettivo doveva essere la salvezza. E’ ovvio che una piaza così ambiziosa, con un pubblico passionale (ci sostengono in ogni gara e ci hanno applaudito anche nel post gara ultimo) cercheremo di fare di più, ma dobbiamo guardare di partita in partita. La B è un campionato tremendo, dove ogni gara può essere risolta da un singolo episodio in ogni momento. L’importante, ripeto, è restare sempre uniti. Prendiamo esempio proprio dai nostri tifosi che ci seguiranno anche domani: ci sostengono sempre per il bene dei nostri colori”. “Un altro esempio che mi piace portare per far capire questo senso di unità, continua Gautieri, è dato da due livornesi Moscati e Goennelli. Mi dite che martedì abbiano fatto molto bene: si sappia che il primo ha giocato in un ruolo non suo, l’altro oltre ad essere all’esordio in B ha giocato stringendo i denti malgrado avesse un problema fisico. Ripeto, dobbiamo migliorare in alcune cose, come in fase di realizzazione, ma stiamo crescendo e siamo un gruppo importante”.

Arrivando nello specifico alla partita di domani: “Andiamo ad affrontare una trasferta su un campo stroicamente difficile. Troveremo un ambiente caldo, ci vorrà una prestazione con la giusta personalità. Ci mancheranno ancora due elementi di spessore come i difensori Ceccherini e Lambrughi, ma sarà importante saper valutare ogni singolo momento della gara per capire cosa c’è da fare. L’Avellino lo scorso anno ha mancato i playoff per un punto. Hanno un gruppo storico ben rodato ed un allenatore valido quale è Rastelli”.

Leggi anche

Scandone, che batosta: Cassino domina e vince 61-94

Non ci poteva essere modo peggiore per concludere questo girone di andata: Cassino domina in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.