Izzo: “Innamorato di Avellino. Sogno la nazionale”. Segui anche il video

E’ di poche parole davanti ai microfoni. In campo però, morde le caviglie avversarie come pochi. E’ uno dei difensori italiani più promettenti del lotto. Il suo sogno è la nazionale. Napoletano verace, ma con il cuore biancoverde. Armando Izzo è la vera rivelazione dell’Avellino da un anno a questa parte. Partito male agli esordi, ha saputo conquistarsi un posto da titolare che non ha più perso. E’ stato lui a parlare in conferenza stampa, alla vigilia di Avellino – Varese.

Primo scivolone a Lanciano. Cosa è successo in terra abruzzese?

Il Lanciano è entrato in campo con più voglia. Noi invece abbiamo fatto la partita solo nel secondo tempo, concedendo solo qualche ripartenza. Adesso voltiamo pagina. Sabato c’è il Varese. E’ una grandissima squadra. Ha un organico pazzesco.

Come ti trovi a giocare il 3-5-2 ?

Mi trovo bene. Mi allenavo anche a Napoli con Mazzarri con il 3-5-2. Non ho difficoltà con qualsiasi modulo.

Hai bloccato attacchi importanti come Ternana e Novara. Ora arrivano Pavoletti e Neto Pereira. Come pensi di affrontarli?

Come abbiamo fatto con Ternana e Novara. Dobbiamo avere fame. Giocare la nostra partita. Non abbiamo niente da perdere. Noi dobbiamo pensare a noi stessi per cercare di far bene. Poi loro indubbiamente hanno grandi giocatori davanti.

In questa stagione sei maturato sia come uomo che come calciatore.

Ad Avellino sentivo un peso solo nell’indossare questa casacca. All’esordio non feci bene. Ma io credevo nelle mie qualità. Sapevo di poter migliorare e di dare una mano alla squadra.

Tu sei un esordiente in questa lega. Hai dimostrato di valere la cadetteria. Te l’aspettavi così il campionato di Serie B?

Io me l’aspettavo proprio così. Esattamente come la sto interpretando.

Quanto affiatamento c’è tra Pisacane, Fabbro e te?

Questa è la nostra vera forza. Siamo sempre uniti e diamo tutto in campo. Per noi stessi, per i tifosi e per questa maglia che ha tanto valore.

Tra qualche mese potremmo parlare anche di Armando Izzo in nazionale?

Mi farebbe tanto piacere una chiamata della nazionale. Ma ora penso solo a fare bene con l’Avellino. Perché ogni sabato affrontiamo una squadra più forte dell’altra. Se poi arriva la convocazione sarei molto contento. Di Biagio mi tiene in grande considerazione.

Ti sei innamorato dei tifosi dell’Avellino.

Si. Perché dal primo giorno che sono qui, sento un forte calore della tifoseria. Da piccolo venivo al Partenio a vedere il Napoli. Non mi sarei mai aspettato di giocare per i colori biancoverdi. Invece ora sono proprio ad Avellino, e do tutto me stesso alla causa.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.