Lega B: l’assemblea ribadisce la necessità di un campionato a 20 squadre

Riformare il campionato di serie B a 20 squadre: è quanto è emerso oggi a Milano nel corso dell’assemblea della Lega di serie B. Unanimi i 22 club sulla necessità di riformare il campionato di B, cosa che Questo comporta necessariamente un accordo in primis con la Lega Pro ma anche l’apertura di un dialogo con la Serie A.

In apertura il presidente Abodi ha affrontato la questione dell’incremento di espulsioni e di rigori rispetto alle stagioni
passate, richiamando alla responsabilità e ai comportamenti di calciatori, allenatori e dirigenti verso un maggiore rispetto nei confronti dell’avversario e degli arbitri sia in campo che al termine della partita.

Poi Abodi ha condiviso alcune riflessioni sulle riforme da discutere e portare al tavolo del Consiglio federale. Si tratta
principalmente di tre punti, l’equa competizione, corretta sia dal punto di vista sportivo che amministrativo, la normativa sportiva in tema di procedure concorsuali e le recidive per mancati adempimenti Covisoc.
E’ stato presentato il progetto di Avis Nazionale, sostenuto fino al 6 dicembre su tutti i campi di Serie B attraverso B
Solidale, ‘+ Volontari – bullì quale antidoto al bullismo. Ne ha parlato il presidente dell’Associazione Vincenzo Saturni che ha ribadito come il fenomeno possa essere contrastato con l’attenzione verso gli altri. Infine il progetto B Club, che
attraverso un marketing centralizzato garantisce nuovi ricavi e nuovi servizi alle società, si arricchisce di un nuovo partner. Si tratta di Msc Crociere che ha deciso di sposare la piattaforma di Lega e sfruttare la territorialità e la capillarità che il campionato di seconda divisione può garantire in tutto il Paese.

Leggi anche

Scandone, che batosta: Cassino domina e vince 61-94

Non ci poteva essere modo peggiore per concludere questo girone di andata: Cassino domina in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.