Avellino Calcio – Re Carlucciello privato della sua sciarpa

Avellino Calcio – Re Carlucciello privato della sua sciarpa

di Redazione Sport Avellino

La festa promozione aveva rigenerato l’entusiasmo in città. Quella notte, al rientro da Rietri, i calciatori dell’Avellino calcio, accompagnati da Mario dell’Anno e dallo staff, donarono una sciarpa bianco verde a re “Carluccielo”, la famosa statua sita dinnanzi la dogana. Un simbolo per la città, luogo di ritrovo per le feste promozioni. Il re di bronzo è l’espressione dell’amore verso la squadra di calcio cittadina. Ma questa notte qualcuno ha avuto l’idea di privare re Carlo della sua sciarpa, come a simboleggiare la delusioni per le vicende societarie che stanno mettendo a rischio la Sidigas Scandone e l’Avellino Calcio.

Adesso le autorità sono alla ricerca dei responsabili, non tanto per la sciarpa, quanto per aver deturpato la colonna di marmo dove è posizionato la statua di re Carlo.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy