Avellino nel baratro: terza sconfitta consecutiva contro la Cavese

Avellino nel baratro: terza sconfitta consecutiva contro la Cavese

Al Menti di Castellammare finisce 2-0 grazie alle reti di Russotto e Addessi (entrambi partiti dalla panchina) nel secondo tempo. Lupi incapaci di reagire e che dopo sette gare restano a quota 9 in classifica dopo il quarto ko stagionale

di Redazione Sport Avellino

L’Avellino non sa più vincere. Le tre vittorie consecutive restano solo un lontano ricordo: al Menti di Castellammare contro la Cavese, infatti, arriva la terza sconfitta consecutiva per i Lupi. I padroni di casa riescono ad imporsi 2-0 grazie alle reti di Russotto e Addessi nel secondo tempo. Decisivi i cambi effettuati da mister Campilongo e grazie ai quali arriva la seconda vittoria in campionato per i metelliani, la prima della gestione del tecnico ex Avellino. Nel baratro invece i biancoverdi che restano a quota 9 in classifica e che affronteranno il Rende senza Illanes espulso nel corso del match odierno.

Tornando alla gara, Salvatore Campilongo si affida al 3-5-2 con Bisogno tra i pali, in difesa Di Roberto, Favasuli e Sainz-Maza. Centrocampo con Germinale, Rocchi, Matera, Marzorati e Matino. In attacco la coppia Nunziante – Bulevardi. Risponde Ignoffo con il 5-4-1. Tra i pali preferito ancora Tonti al posto di Abibi. Reparto arretrato con Celjak, Illanes, Morero, Laezza e Parisi. Al centro del campo Rossetti, Di Paolantonio, De Marco e Micovschi. In attacco il solo Charpentier.

E l’Avellino inizia il match con il piglio giusto: cross in mezzo della compagine irpina, Germinale respinge di testa. Successivamente Di Paolantonio ci prova su punizione da lontano, Bisogno blocca senza problemi. Quindi è Micovschi a cercare la via del gol con un tiro a giro, ma ancora una volta l’estremo difensore della Cavese c’è. Ancora l’Avellino in avanti con Rossetti che però arriva tardi a tirare dal limite dell’area: la conclusione risulta debole e centrale.

Al 39′ è Germinale ad andare al tiro da lontano che però non trova di poco lo specchio. Al 44′ grandissima azione di Micovschi che si avvia verso la porta avversaria superando Nunziante, il piatto sinistro termina sul palo. Termina così in parità la prima frazione di gioco. Al rientro dagli spogliatoi mister Campilongo manda in campo Russotto al posto di Sainz-Maza. Cambio che risulta decisivo perché dopo soli due minuti il centrocampista trova il gol: azione sulla destra di Bulevardi che serve il numero 30 che spedisce la palla in fondo al sacco. Ignoffo prova a correre ai ripari inserendo Alfageme al posto di Rossetti ma non sortisce gli effetti sperati perché la reazione dell’Avellino non arriva. Anzi è la Cavese a portarsi in avanti con Bulevardi che prova il gol dal limite ma la palla si spegne di poco a lato. E alla mezz’ora i biancoverdi restano anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Illanes che rimedia un cartellino rosso diretto. Un duro colpo per l’Avellino che nel corso dei  sette minuti di recupero concessi dal direttore di gara incassano il secondo gol: ancora Russotto protagonista con un assist per Addessi (anche lui in campo dalla panchina al posto di Di Roberto) al quale non resta che appoggiare il pallone in rete.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy