Pallacanestro Cantù, coach Pashutin: “Avellino è davvero una grande squadra, sabato sarà dura batterli”

Pallacanestro Cantù, coach Pashutin: “Avellino è davvero una grande squadra, sabato sarà dura batterli”

Le parole dell’head coach della Pallacanestro Cantù che parla della gara contro la Sidigas Avellino

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Dopo la sconfitta subita in Champions dalla Sidigas che ha interrotto il filotto delle 7 vittorie di fila, gli uomini di Vucinic sabato saranno impegnati nella trasferta di Cantù. Una sfida, quella di sabato, tra due società che nel girone di andata hanno avuto problemi, ma che stanno cercando di risolverli e uscirne alla grande. Se sul campo la Scandone ha risposto alla grande, Cantù un pò meno e sabato cerca di approfittare delle assenze pesanti in casa biancoverdeper provare ad ottenere un’importante successo.

A parlare della gara, il coach di Cantù Evgeny Pashutin. Il tecnico russo ha parlato della forza della Sidigas e ha analizzato quelli che potranno essere i temi del match.

Queste le sue parole i conferenza stampa alla presentazione del nuovo giocatore Gerry Blakes, che riprendiamo da “Il giornale di Como”: “Con Sassari i dettagli hanno inciso molto contro Avellino dovremo dunque cercare di non commettere gli stessi errori, giocando molto meglio in difesa. Avellino è una grande squadra,  che gioca davvero bene e che dispone di un roster notevole. Noi, però, a differenza della gara di andata potremo contare su Jefferson e loro hanno un Cole in meno e alcuni infortuni. Sarà sicuramente una gara diversa rispetto a quella di inizio stagione. I suoi leader sono Caleb Green e Keifer Sykes. È una formazione che gioca tanti “pick and roll”, specialmente con il loro “quattro”, appunto Green, che sa essere dominante sia dentro l’area che con tiri da fuori. Avellino muove molto bene la palla e può contare su degli ottimi tiratori come Ariel Filloy e Demetris Nichols (che non si sa se sarà del match), un “tre” con un fisico possente per il suo ruolo. Il centro titolare è Patrick Young, un altro giocatore fisicamente molto forte. Per questo, e non solo, avremo necessariamente bisogno di controllare i rimbalzi. Nell’arco del match dovremo poi essere bravi anche a contestare i tiri dei loro tiratori, difendendo in maniera solida e coprendo ogni zona del campo. In attacco, invece, dovremo avere una circolazione di palla ed un gioco molto fluidi, come una vera squadra deve saper fare. Servirà giocare forte, con tanta energia e intensità, senza commettere errori. Facciamo il massimo per vincere questa partita.Sarà difficile, loro sono gli unici ad aver battuto Milano fino ad ora e quindi hanno un valore straordinario, ma noi ci proveremo e proveremo a conquistare il successo”. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy