Ragland ha già una marcia in più e voglia di vincere

Ragland ha già una marcia in più e voglia di vincere

Il regista di West Springfield è l’elemento più in forma della Sidigas

Agregatosi al gruppo biancoverde qualche giorno dopo l’inizio ufficiale della preparazione Joe Ragland ha dimostrato sin dalle primissime uscite di non aver perso lo smalto che ha contrassegnato i primi cinque mesi della sua esperienza con la Scandone. Il regista nativo di West Springfield ha palesato una buona condizione fisica i cui riscontri sono arrivati dal parquet nelle amichevoli disputate sin qui dalla Sidigas Avellino.

I ventotto punti iscritti a referto (dopo i venti di sabato e gli altrettanti punti di media garantiti nel recente Torneo Geovillage di Olbia) ieri nella finalina di consolazione al Torneo di Bonn contro i padroni di casa del Telekom confermano quello che sarà il ruolo riservatogli da Sacripanti ed Alberani in questa stagione: il leader della squadra ed una delle punte di diamante di un roster dall’elevato spessore tecnico che ha nell’ex canturino (insieme anche a Leunen) il termometro di un gruppo che attende di conoscere quale sarà l’impatto nelle alchimie tattiche di Kyrylo Fesenko e Retin Obasohan.

Che abbia voglia di vincere qualcosa con la casacca irpina Ragland lo ha dichiarato apertamente a microfoni e taccuini lo scorso 24 agosto quando ha parlato di voler battere Reggio Emilia (leggi qui) nella prossima Supercoppa Italiana e tentare la spallata ad un’altra sua ex squadra, l’EA7 Milano. E non si può chiedere altrimenti ad un cestista del calibro di Ragland, forte anche di un contratto di top player che lo vede come uno dei perni del progetto del club di contrada Zoccolari che non nasconde le ambizioni di voler essere protagonista in Italia ed Europa. Al pari di Joe.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy