Esclusiva – Gubitosa: “Occhi aperti a Modena. I soldi di Trotta? Serviranno a…”

Esclusiva – Gubitosa: “Occhi aperti a Modena. I soldi di Trotta? Serviranno a…”

Alla vigilia di Modena-Avellino abbiamo ascoltato il vicepresidente dell’Avellino Michele Gubitosa che ha rilasciato un’intervista esclusiva a tutto tondo ponendo subito l’attenzione sul match di domani: “Guai ad arrivare con l’idea di essere favoriti in un match. Ogni scontro in serie B nasconde delle insidie e giocatori e mister lo sanno bene. Non andiamo a Modena al 100% delle forze a causa dell’influenza che ha colpito molti nostri giocatori. L’importante è la convizione con cui affrontiamo ogni partita, con la voglia di vincere e fare bene. Vedremo di nuovo all’opera anche i nuovi acquisti, ottimi giocatori inseriti nel nostro contesto dal lavoro sempre eccellente di Massimiliano Taccone e Enzo De Vito e andremo in campo con la solita voglia di vincere”.

Sembrano lontanissimi i tempi in cui saltò l’accordo con l’Avellino per il suo arrivo in società dopo l’addio di Iacovacci. L’ingresso nell’organigramma societario del dottor Gubitosa sembra aver dato maggior solidità alla società biancoverde ma l’imprenditore irpino ci tiene a precisare: “La società era solidissima anche prima del mio ingresso. Il dottor Taccone non ha mai fatto mancare niente a questo progetto e come tutte le cose sane nel tempo tendono a consolidarsi e a migliorare. Il problema sull’accordo della volta scorsa fu una mia decisione, in quanto sbagliai interlocutori. Ho preferito dunque che la squadra andasse ad una singola persona ossia la famiglia Taccone, che ho sempre reputato un interlocutore molto serio con la quale interfacciarmi, e da quel momento è partita la vera trattativa che ha portato all’assetto attuale”.

Il presidente Gubitosa a capo della HS software, holding che si pone nel panorama nazionale come punto di riferimento nel campo innovativo delle nuove tecnologie, parla della situazione attuale riguardo a eventuali sponsor di carattere nazionale pronti a investire sull’US Avellino: “Al momento la situzione è molto semplice, abbiamo deciso insieme alla società di investire direttamente noi nell’Avellino. Siamo una realtà solida e non vogliamo inflazionare nulla perchè il valore dell’Avellino non si svende. Avellino non è una piazza come le altre, se qualcuno vuole il proprio nome sulla maglietta biancoverde deve investire il giusto, quello che chiediamo e sicuramente presto arriverà qualche imprenditore sano che abbracci questa idea. Abbiamo avuto già una decine di offerte ma non siamo ancora in linea con la nostra programmazione”.

La cessione di Trotta ha lasciato un vuoto nel reparto offensivo della squadra ma il vicepresidente biancoverde fa chiarezza sul futuro: “I soldi dell’affare Trotta restano interamente nelle casse dell’Avellino per operazioni di mercato e serviranno a rinforzare la squadra. Il direttore generale Massimiliano Taccone ha dimostrato in questi anni grande professionalità e competenza e spetta a lui valutare quando utilizzare questo tesoretto. Lui sa bene quando investirlo e le sue capacità di manager le ha dimostrate in questi anni. Potrà decidere di investire una parte adesso e il resto a giugno. Di sicuro sarà tutto reinvestito per potenziare la squadra”.

L’Us Avellino insieme all’altra realtà sportiva irpina, la Scandone guidata da  Gianandrea De Cesare, sono fiori all’occhiello della provincia irpina su cui Gubitosa conclude dicendo: “Faccio i complimenti a De Cesare perchè stimo gli imprenditori come lui che investono nello sport. A me piace fare le cose a piccoli passi consolidati. Sono pronto insieme alla famiglia Taccone a concentrarmi sul progetto US Avellino per dare ancora più solidità a questa realtà”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy