L’Avellino si conferma fucina di nuovi talenti. Due nuove scommesse vinte?

L’Avellino si conferma fucina di nuovi talenti. Due nuove scommesse vinte?

Commenta per primo!

L’Avellino negli ultimi anni è diventata una fucina per nuovi talenti. Non per nulla in Irpinia sono cresciuti, classicisticamente, gente del calibro di Davide Zappacosta, Armando Izzo, Luca Bittante. Calciatori che hanno spiccato il volo in Serie A, ritagliandosi, ruoli da protagonisti assoluti. Nella finestra di mercato estivo, l’Avellino, ha rivoluzionato la rosa. Un mix di giovani e d’esperienza al servizio di Attilio Tesser. La nuova scommessa, se così si può definire, è Davide Biraschi. Il difensore romano, classe ’94, arrivato all’ombra del Partenio-Lombardi dal Grosseto sta sorprendendo tutti. Un vero e proprio gladiatore della retroguardia biancoverde. Non molla mai la presa. Lottando su ogni pallone. L’Avellino ancora una volta ci ha visto lungo puntando tutto su Biraschi. Ma non è il solo, probabilmente. Una nuova scommessa del sodalizio di Piazza Libertà arriva, manco a dirlo, dal Belgio. Si tratta di Samuel Bastien. Centrocampista classe 1996. Il suo arrivo in Irpinia aveva fatto storcere il muso a qualche tifoso. Ma il piccolo folletto di Meux ha sorpreso. Tesser lo ha mandato in campo, durante la gara col Modena, il suo ingresso ha cambiato volto alla gara. Bastien ha cambiato volto alla gara portando in dote una ventata di vivacità che ha risollevato il morale della squadra biancoverde. Una nuova scommessa vinta dal duo De Vito-Taccone Jr? E’ presto detto. Ma se questo è “l’antipasto” siamo sulla buona strada.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy