Patron Taccone – “Spero non sia stato tutto premeditato”

Patron Taccone – “Spero non sia stato tutto premeditato”

In collegamento video il presidente Taccone alla trasmissione di Gianluca Amatucci in casa Avellino interviene dopo lo scempio di Catania che ha visto i tifosi del lupo entrare solo a metà gara: “Tutta questa perquisizione  e’ stata esagerata. Inostri tifosi e quelli del Catania non sono mai arrivati a contatto, la gara è scivolata via tranquilla sotto questo aspetto. Vedere i nostri tifosi trattati in quella maniera fa male”. Ad Avellino i tornelli funzionano bene a differenza di altre città: “Qualche volta è successo che c’è stato un intoppo perché non leggeva il codice a barra, a Catania è stato diverso. Anche a me per tre volte mi hanno perquisito, sono arrivato allo stadio alle 15,15″. Ancora sui tifosi:” La situazione dei tornelli ha fatto si che i nostri tifosi siano entrati nel momento del rigore. I supporter fanno sacrifici, hanno speso soldi e pagato il biglietto per vedere mezza partita. Abbiamo fatto richiesta all’Osservatorio che dovrà ora verificare il comportamento di tutti coloro che hanno gestito il tutto. I nostri sostenitori non avevano armi, nessuno ha messo mani addosso ad un altro. Mi auguro che non sia un fatto premeditato ma un errore di gestione da parte della società etnea”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy