Covisoc, la serie B trema: pronto un ripescaggio in cadetteria

Covisoc, la serie B trema: pronto un ripescaggio in cadetteria

In serata attesa la sentenza della Covisoc. Anche l’Avellino attende.

di Leo Pecorelli, @pecorelli_leo

In serata ci sarà il temuto responso della Covisoc, riguardo allo stato di salute dei club di serie B e serie C. Tremano diverse società sul filo del rasoio. La Covisoc giudicherà le domande d’iscrizione al campionato. E, in caso di bocciatura, i club potranno presentare ricorso entro il 16 luglio, mentre le Commissioni ufficializzeranno il verdetto positivo entro il 19 luglio. Ma il 20 luglio sarà la data fondamentale, dove la FIGC presenterà la decisione finale sulle iscritte. Da questo momento in poi, potrebbero presentarsi eventuali ripescaggi. E’ scontato che in serie C se ne verifichi almeno uno, considerando la fusione tra Vicenza e Bassano, che ha lasciato uno tassello libero nello scacchiere della terza serie italiana. In serie B, il quadro generale appare piuttosto complesso. Anche l’Avellino, come anticipato ieri, attende che si pronunci la Covisoc, per sapere se ha tutto in regola.

Bari e Cesena sembrano essere sull’orlo della fine, ed entrambe stanno cercando di arginare la critica situazione economica con riunioni e visite in FIGC. I pugliesi, secondo indiscrezioni, starebbero cercando disperatamente tre milioni. Dopo un cda agognante, sembrerebbe che si tenga in conto capitale il milione e mezzo investito dal presidente Giancaspro per il pagamento delle mensilità da marzo a maggio. Quest’ultimo, inoltre, resterebbe come socio di minoranza.

Capitolo Cesena: dopo la parvenza illusoria del fondo inglese, poi rivelatasi una strada non percorribile, non sembrano esserci novità positive. Oggi, però, è in programma un consiglio comunale riservato esclusivamente alla compagine bianconera. Inoltre, il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, è stato ieri in FIGC a Roma per dei chiarimenti. Tuttavia, la stessa FIGC rifiuterà la domanda della serie B di bloccare i ripescaggi. Dunque, in caso di iscrizione respinta di qualche club cadetto, ci saranno obbligatoriamente ripescaggi in serie C.

La FIGC, però, dovrà pubblicare la graduatoria delle favorite per i ripescaggi, constatando che il Siena è in vantaggio sulla Ternana di pochi centesimi. Quindi, urge chiarezza. Anche nella vecchia Lega Pro la situazione è delicata, soprattutto per Fidelis Andria, Lucchese, Mestre e Reggiana. Quest’ultima, però, potrebbe raggiungere l’iscrizione in extremis, grazie all’ausilio di nuovi consulenti al fianco del presidente Piazza. Trema anche il Cuneo, causa complicazioni sul passaggio di proprietà. Situazione rosea e stabile, invece, per Juve Stabia, Trapani e Siracusa.

 

Avellino calcio – Domani c’è la Covisoc: si rischia il -2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy