Per il Partenio-Lombardi un’innovazione da record: tutte le novità sul nuovo manto erboso

Per il Partenio-Lombardi un’innovazione da record: tutte le novità sul nuovo manto erboso

L’Italgreen Manager Daniele Gilardi sottolinea come il nuovo manto erboso garantirà un primato in Italia alla struttura irpina

Il nuovo manto erboso del Partenio-Lombardi vedrà presto l’alba. I primi sondaggi vere e propri per iniziare a installare il nuovo tappeto sono stati svolti e la ditta che effettuerà i lavori tramite le pagine del proprio portale ha chiarito cosa avverrà tecnica al prato dell’impianto di via Zoccolari. L’Italgreen è azienda leader come nella continua ricerca e sviluppo delle tecnologie più moderne in erba sintetica per impianti sportivi. In Seria A già squadre come AC Chievo Verona e Juventus FC hanno portato al proprio impianto i benefici proposti da Italgreen, ma l’azienda è arrivata sino in Brasile dove si è svolta la più recente Coppa del Mondo.

Cosa succederà nello specifico al Partenio Lombardi? L’US Avellino ha scelto il sistema ibrido rivoluzionario unico formato da erba “Double4” insieme al riempimento brevettato naturale “GEOFILL N” per sostituire la superficie sportiva precedente dello stadio. Si tratta di un prodotto speciale ed esclusivo “made in Italgreen”, certificato dalla FIFA e LND; si tratta di una innovazione tecnologica senza pari nel mercato del tappeto erboso sintetico.

Tramite le pagine del portale, Daniele Gilardi Italgreen Manager ha affermato che: “Siamo molto orgogliosi del nostro ruolo di rilievo tra i produttori di erba sintetica per le squadre di calcio professionisti e dilettanti che vogliono una nuova superficie con prestazioni migliorate. L’impianto sportivo ad Avellino, con una capacità di circa 30000 spettatori, è un vero gioiello in Italia dal momento che è il più grande stadio con un tappeto erboso sintetico installato. Questo record assoluto è pari solo al risultato che abbiamo raggiunto in Sud America a “Arena da Baixada” nel Coritiba all’inizio dell’anno in cui abbiamo completato la sostituzione della superficie naturale precedente con il nostro sistema ibrido”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy