A2 Femminile – Le pagelle di Ariano-Cagliari: Orchi e Scibelli fanno la differenza

A2 Femminile – Le pagelle di Ariano-Cagliari: Orchi e Scibelli fanno la differenza

di Redazione Sport Avellino

Le pagelle della sfida tra Ariano e Cagliari a cura di Luigi Borriello:

Federica Orchi 8.5: Come testimoniato anche dalla sua più alta Valutazione di lega stagionale, gioca la sua prima vera partita “da Serie A2”: il primo tempo non è dei migliori, ma al rientro dagli spogliatoi a suon di recuperi, rimbalzi, assist e punti fa vedere la parte migliore del repertorio. Gran parte del merito della vittoria, va proprio a lei.

Lucrezia Zanetti 8 Vuoi per la sfortuna, vuoi per le avversarie o per la condizione, una serata storta può capitare a chiunque, anche a chi come lei viaggia a 16 punti di media a partita. Ed è proprio in quelle serate che si vedono le vere giocatrici: nei momenti clou della sfida si carica le compagne sulle spalle e, dalla lunetta, taglia il traguardo.

Carolina Scibelli 9: 24 punti la settimana scorsa a Campobasso, 25 stasera. Se a ciò aggiungiamo che gioca sempre con la massima attenzione, infonde sicurezza alle sue leonesse e c’è sempre nei momenti difficili, vien facile da dire che c’è solo un Capitano.

Valentina Fabbri 8 Ribattezzata “la torre del Tricolle”, è autrice di un’altra clamorosa, per quanto estenuante, partita: in una metà del campo è tartassata dalle avversarie, dall’altra è un muro insormontabile. Non che sia una novità, cattura 15 rimbalzi e realizza 10 punti.

Tereza Zitkova 7.5 Viene schierata sul parquet per soli 19 minuti: nonostante 3 palloni persi, è autrice di una buona prestazione, impreziosita da un canestro, a dir poco, fondamentale realizzato nel terzo quarto con cui dà il la alla rimonta della Farmacia del Tricolle.

Pompea Emanuela Moretti 7 A distanza di una sola settimana dall’esordio con la maglia rossoblu, paiono significativi i miglioramenti dell’ex Athena Roma che, tuttavia, deve essere ancora integrata nel migliore dei modi nei giochi offensivi dalle compagne.

Alice Sansalone 7.5 Nei 26 minuti di impiego, che sono abbastanza per chi conosce il ruolo del playmaker, cura la regia delle leonesse nel migliore dei modi. In un match così pregno di contatti, è impensabile chiederle di prendersi qualche responsabilità in più in attacco; per il futuro ci si può lavorare…

Valeria Albanese 7 Questa sera le è stato chiesto soltanto di far rifiatare Fabbri durante la prima parte della sfida e lo ha fatto senza alcuna pecca: anche la sua di prestazione può dirsi sostanziosa.

Kamile Seskute 7.5 In uscita dalla panchina, nei minuti in cui viene impiegata, si “sporca le mani” nelle pieghe della partita, che indirizza, così come la sua compagna dell’Est Europa Tereza, con due tiri mandati a bersaglio in due momenti importanti della gara.

Anna Bambini 7 Pecca di un rendimento un po’ altalenante in questo avvio di stagione, ma ad una ragazza classe ’99 già alla terza stagione in A2 non gliene si può fare mica una colpa: detto ciò, la sua è una prestazione sicuramente positiva.

Giusy Pastore NE

Benedetta Cifaldi NE

Coach William Orlando 8.5 Paradossalmente, proprio oggi, in cui le sue leonesse si sono dovute “auto-gestire” a causa della squalifica inflittagli nel post-Campobasso, è più facile notare l’incredibile mole di lavoro a cui sottopone settimanalmente il gruppo. A distanza di un mese dall’inizio del campionato, i miglioramenti sono già evidenti e la sensazione è che questa squadra possa dar filo da torcere a tutte le rivali. In attesa della sentenza del campo, “in Orlando we trust” (noi abbiamo fiducia in Orlando”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy