La Scandone vince al fotofinish la battaglia contro Sant’Antimo, 74 – 73

La Scandone torna alla vittoria, e che vittoria! I biancoverdi soffrono nel primo quarto, rimontano e vincono la partita nonostante l’infortunio di Riccio ad inizio quarto quarto. Avellino ha il merito di essere sempre rimasta a galla anche nei momenti più complicati del match, aggrappandosi ai canestri di Sousa. autore di ben 20 punti. Tanti segnali positivi anche da Brunetti, Mazzarese e Costa, a cui si aggiungono i ben 17 minuti di utilizzo di Marra. La guardia torna in campo contro ogni pronostico e contro le stesse dichiarazioni dell’allenatore di pochi giorni prima. Si tratta della quarta vittoria in cinque partite per la Scandone, che smuove finalmente la classifica punti, ancora ferma a 0 per via della penalizzazione. Sant’Antimo porta ben 4 giocatori in doppia cifra, ma non riesce ad evitare la quarta sconfitta consecutiva. Prossimo appuntamento il 10 gennaio sul campo di Salerno alle 18:00. 

Primo tempo

I lupi iniziano con Brunetti, Ani, Sousa, Riccio e Costa in campo: è proprio quest’ultimo a servire Riccio per i primi due punti della partita. I biancoverdi trovano subito un altro canestro con un efficace post basso di Sousa, a cui risponde con una tripla prima Carnovali e poi Milosevic. Sempre Milosevic trova altri 4 punti da rimbalzo d’attacco, mentre Mazzarese sblocca i suoi dalla lunga distanza con un gran canestro dall’angolo (12-14 al 7′). Sant’Antimo si chiude però bene in difesa, allungando sul 14-20 con il quale si conclude il primo quarto.

La Geko decide di cavalcare Vangelov che, con i suoi 2.12 m di altezza, segna facilmente 4 punti contro Monina. La Scandone si affida quindi a Sousa, che con un break personale di 6-0 riporta Avellino a -4 (22-26 al 14′). Sant’Antimo mantiene il vantaggio con una serie di tiri liberi, ma prima Brunetti e poi Marzaioli impattano il risultato sul 38-38 a due minuti dalla fine del secondo quarto. Un primo tempo estremamente combattuto si conclude con il vantaggio per un punto di Sant’Antimo (40-41), forte dei 27 punti segnati dalla coppia Milosevic-Dri.

Secondo tempo

Cantone e Milosevic aprono il terzo quarto con due triple, mentre i lupi faticano a trovare la via del canestro. È Costa con una tripla di tabella “da campetto” a riaccendere i suoi (46-48 al 25′). Sant’Antimo continua con la sua difesa a zona, approfittando delle scarse percentuali dei padroni di casa. Avellino trova finalmente un altro canestro dalla lunga con Monina e poi ancora con Brunetti, costringendo Sant’Antimo al timeout e trovando il primo vantaggio della partita (54-52 al 28′). La partita si trasforma in un contest da 3 punti: Carnovali e il rientrato Marra segnano dall’arco per le rispettive squadre. Avellino termina la penultima frazione di gioco in vantaggio per 57 a 55.

L’ultimo quarto inizia con il grande spavento per Riccio, che subisce un brutto taglio al sopracciglio dopo un contatto con Dri, perdendo vistosamente sangue. Il capitano è costretto ad andare a farsi medicare in panchina, mentre la Geko continua a sparare da 3 con Carnovali. Ani e Sousa riportano sotto la Scandone, con un complessivo 4/4 ai tiri liberi (63-64 al 35′). Il controsorpasso è invece ad opera del duo Mazzarese-Costa, il primo ruba palla, il secondo appoggia a tabellone per il +1 di Avellino. Marra ferma il contropiede napoletano subendo uno sfondamento fondamentale ad un minuto dalla fine. Sant’Antimo trova però il pareggio a 30 secondi dalla fine con una tripla di Dri, a cui risponde il solito Sousa con un libero. Lo stesso Dri non trova il canestro finale: la Scandone vince 74 a 73.

Scandone Avellino: Marra 5, Sousa 20, Monina 7, Ani 6, Costa 12, Genovese NE, Brunetti 16, Mazzarese 3, Ragusa, Marzaioli 3, Mraovic, Riccio 2  all. De Gennaro

Geko PSA Sant’Antimo: Sabbatino 1, Milosevic 17, Dri 21, Cantone 7, Carnovali 11, Ratkovic NE, D’Aiello NE, Vangelov 10, De Meo 2, Sergio 4, De Marca NE  all. Patrizio

 

Leggi anche

Scandone, c’è Trapani fra i convocati ma De Gennaro rinuncia ad uno dei suoi pivot

Sono dodici i convocati scelti da coach Gianluca De Gennaro in vista della trasferta di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.