Rieti è di un altro livello: arriva la prima sconfitta per la Scandone, 93 a 77

Arriva la prima sconfitta in campionato per la Scandone, che crolla sul campo di Rieti con il punteggio di 93 a 77. Una brutta batosta che non deve però far dimenticare l’ottimo lavoro fatto fino a questo momento. Rieti è semplicemente di un’altra categoria, lasciando tanti grattacapi a coach De Gennaro riguardo soprattutto l’approccio difensivo dei lupi. Avellino ha sofferto difendendo sia a uomo che a zona, non riuscendo a contenere Ndoja (17 punti) e Loschi (21 punti). I biancoverdi riescono comunque a contenere lo svantaggio, avendo toccato nel terzo quarto il -34. Prossimo appuntamento contro Sant’Antimo il 6 gennaio alle ore 18 al PalaDelMauro.

Primo tempo

La Scandone non riesce a trovare il canestro nei primi 3 minuti: Rieti scappa subito sul +9 con una tripla di Loschi e un antisportivo, commesso da Sousa, sfruttato da Ndoja. È Brunetti con una tripla a trovare il primo canestro dal campo, che rimane però l’unico per i biancoverdi nei primi 9 minuti di gioco. Galipò sblocca finalmente la situazione con un jumper in mezzo all’area. Un terribile primo quarto per la Scandone si conclude per 26-6 in favore dei padroni di casa, in cui è da segnalare un Ndoja già ad 8 punti.

De Gennaro decide di cambiare approccio, schierando la difesa a zona già dall’inizio del secondo quarto. I lupi riescono effettivamente a contenere Rieti, accorciando sul -14 (13′) con due canestri in fila di Uchenna Ani. Loschi ricaccia però indietro la Scandone, trovando 6 punti con due tiri dalla lunga distanza, concessi dalla zona di Avellino. Rieti comincia a scavare definitivamente il solco, la difesa dei biancoverdi ormai non tiene più, è 42-16 al 16′. I padroni di casa mantengono un ritmo offensivo da squadra di serie A, il primo tempo si conclude 53 a 24.

Secondo tempo

I lupi cercano di salvare almeno la faccia, segnando 10 punti nei primi 3 minuti, conditi però anche da ben 5 falli (63-34 al 23′). Rieti è però semplicemente di un altro livello, toccando il +33 a due minuti dal termine del terzo quarto. Per i padroni di casa 50% dal tiro da 3 con Ndoja e Loschi già rispettivamente a 17 e 21 punti. Il canestro di Cena termina la penultima frazione, che vede Rieti avanti per 77 a 43.

Il quarto quarto si apre con la grinta di Mazzarese, probabilmente il migliore in campo della Scandone, e la tripla di Ani, che accorcia lo svantaggio sull’83 a 56. Seguono minuti di puro garbage time in cui però Avellino risale fino al -16, con Ani e Brunetti protagonisti. La partita termina 93 a 76.

Real Sebastian Rieti: Cena 14, Provenzani 6, Casini 11, Di Pizzo 14, Diomede 9, Ndoja 17, Provaroni, Loschi 21, Kader, Drigo, Sornoza, Traini 1  all. Righetti

Scandone Avellino: Galipò 7, Marzaioli, Brunetti 20, Ani 14, Mazzarese 10, Costa 2, Genovese, Ianuale 4, Riccio 13, Sousa 7, Ragusa, Mraovic  all. De Gennaro

Leggi anche

La Scandone non scenderà in campo contro la Luiss Roma

La Scandone Avellino non giocherà la prevista partita in casa contro la Luiss Roma, questa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.