Jason Rich (foto Niccolò Parigini per Pistoiasport.com)

Sidigas, dimentica Bonn e batti Pistoia aspettando il grande sogno di Firenze

AVELLINO – Rialzarsi e trovare un successo che possa aiutare a smaltire la delusione dell’eliminazione dalla Basketball Champions League. La Sidigas Avellino domani pomeriggio (ore 18:15) ospiterà al PaladelMauro la The Flexx Pistoia nella quarta giornata di ritorno di regular season. Appuntamento che segnerà un altro spartiacque di questa lunga stagione che vedrà giovedì prossimo l’alzarsi del sipario delle Final Eight e nel week-end successivo la sosta per le Nazionali. Un motivo in più per la squadra di coach Stefano Sacripanti nel far suo il bottino riservato dal duello contro i ragazzi del collega Vincenzo Esposito (qui le dichiarazioni della vigilia). La Scandone vive un momento di calo, almeno stando ai risultati maturati nell’ultimo mese, rispetto a qualche settimana fa quando maturò il primo posto in classifica al termine del girone di andata.

In primis bisognerà capire se sarà del match Kyrylo Fesenko: l’ucraino è rimasto seduto in panchina nella trasferta di Bonn a causa del ripresentarsi dell’infiammazione al ginocchio operato in estate. L’ex Jazz fu già assente nel match in Toscana (il lunedì successivo fu visitato a Roma dal professor Mariani a Villa Stuart) e non è da escludere la possibilità che lo staff tecnico biancoverde lo preservi in vista del quarto di finale contro la Vanoli.

Sulla carta i padroni di casa hanno i pronostici dalla propria parte visto che si affrontano la seconda contro la quattordicesima forza della graduatoria. Pistoia, reduce dal successo casalingo proprio contro Cremona (76-65 ndr), si presenterà con due novità rispetto al 22 ottobre scorso quando i lupi sbancarono il PalaCarrara per 71-86 trascinati dai 28 punti di super Jason Rich. L’americano è apparso un po’ stanco nelle trasferte di Torino e Bonn. L’auspicio che possa ritornare il giocatore ammirato fino al ko interno contro Brescia di quindici giorni fa.

Via Marcus Kennedy e Duda Sanadze, Yakhouba Diawara e Dejan Ivanov (fratello dell’ex biancoverde Kaloyan) sono i due rinforzi in corso d’opera scelti dalla dirigenza pistoiese per potenziare un roster impegnato nella lotta salvezza (due anni fa l’allora Giorgio Tesi Group fu una delle due rivelazioni con annessa partecipazione alla Coppa Italia). Il bulgaro guadagna 4,7 falli a partita mentre uno dei pilastri biancorossi, Ronald Mooore, viaggia a 5,5 assist di media che valgono la terza posizione tra i migliori passatori. Nei sei precedenti sorridono alla Scandone che si è sempre imposta su Pistoia mentre coach Sacripanti ha avuto la meglio sul “Diablo” in sette delle nove circostanze.

Per la Sidigas l’imperativo è superare la The Flexx e tener l’occhio a quanto accadrà sia al PalaRadi dove l’Umana Reyer Venezia se la vedrà contro Cremona sia nel posticipo di Varese dove scenderà in campo la capolista Germani Brescia.

Leggi anche

Virtus Cassino, Fioravanti: “La difesa sulla Scandone è stata la nostra chiave, con Sousa un bel duello”

Sulla sponda laziale  Matteo Fioravanti, guardia-ala della Bcp Virtus Cassino, analizza la prova dei suoi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.