Da Abibi ad Albadoro, gli insostituibili di mister Ignoffo

Da Abibi ad Albadoro, gli insostituibili di mister Ignoffo

5 i calciatori a cui il tecnico biancoverde non rinuncia mai. Sono i punti fermi del nuovo Avellino

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Anche se sono passate appena tre giornate e non sia ancora possibile delineare un vero e proprio undici base, nel nuovo Avellino di mister Ignoffo ben cinque calciatori si stanno già guadagnando lo status di intoccabili. Certo le difficoltà nella costruzione dell’organico hanno favorito lo stabilirsi delle gerarchie, ma il fatto che questi calciatori siano sempre scesi in campo – senza saltare nemmeno un minuto – è indice dell’importanza imprescindibile che il tecnico assegna alla loro presenza sul rettangolo verde. Ma veniamo finalmente ai nomi dei cinque insostituibili: Abibi, Morero, Zullo, Di Paolantonio ed Albadoro.

Dai ruoli che ricoprono i calciatori sopracitati balza subito all’occhio come l’intenzione di Ignoffo sia stata e sia quella di dare stabilità alla colonna vertebrale della squadra, confermando sempre gli stessi giocatori nei ruoli-chiave in modo da dare più velocemente un’impronta chiara e riconoscibile al gioco. La costanza di rendimento dei cinque ragazzi ha poi fatto il resto, rendendoli così dei fedelissimi per il tecnico siciliano. Tutti infatti offrono ampie garanzie sotto il punto di vista dell’affidabilità, del valore e dell’assunzione di responsabilità. A cominciare dal portiere Abibi, capace di mantenere la porta inviolata contro Vibonese e Teramo e passando per Zullo e Morero. Il primo – al rientro dopo un lungo periodo di inattività – sta stupendo tutti per la solidità fisica, mentre il capitano è una garanzia in termini di garra e personalità (anche per questo si spera possa farcela per domenica, ndr). Non fosse stato per la squalifica scontata nel primo turno, avrebbe fatto parte di questa lista anche il giovanissimo Fabiano Parisi, brillante in entrambe le gare giocate e ormai sicuro del posto da titolare. Anche il centrocampo ha il suo inamovibile nel perno centrale Di Paolantonio e a dire il vero nel jolly offensivo Micovschi, che ha saltato solo i minuti di recupero della trasferta di Vibo Valentia. In avanti, dove la coperta è particolarmente corta, lo stakanovista è Albadoro. Per lui i primi 270’ sono stati all’insegna della lotta e del sacrificio, con qualche gol sbagliato ma senza mai far venire meno la sua generosità.

Condizioni di Morero permettendo, anche nella trasferta di Potenza contro il Picerno Ignoffo punterà sui suoi stakanovisti per stupire ancora ed andare alla caccia del terzo successo consecutivo in campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy