Dal “Viviani” la conferma: l’Avellino è una squadra da trasferta

La sensazione generale si è ormai trasformata in un dato inequivocabile: ad oggi l’Avellino è una squadra da trasferta. Questa è la conclusione che si può trarre dalla gara di Potenza, in cui i lupi di Braglia hanno ottenuto il quarto successo stagionale esterno.

In questa prima parte di campionato, il rendimento dei biancoverdi è stato letteralmente diviso in due. Balbettante al “Partenio”, devastante lontano dalle mura amiche. Per cogliere quanto grande sia la differenza tra casa e trasferta, basta semplicemente dare un’occhiata ai numeri. Finora infatti i lupi hanno ottenuto 13 punti (4 W, 1 N) lontano da Avellino, contro i 5 casalinghi (1 W, 2 N, 2 S), nello stesso numero di partite (5). 4 sono le vittorie conquistate tramite blitz esterni, mentre al Partenio i lupi hanno battuto solo la Casertana, perdendo in due occasioni.

Una simile differenza di rendimento emerge con ancora più forza nel numero dei gol concessi. Se la produzione offensiva rimane pressoché immutata, con 7 gol fatti sia in casa che fuori, lo stesso non si può dire per la tenuta difensiva. I lupi infatti hanno subito 8 reti tra le mura amiche, quasi 2 di media a partita, mentre in trasferta ne hanno concesso appena 2. Lontano da casa, dunque, l’Avellino concede un quarto dei gol che subisce in casa: è solo un caso?

Quando i numeri sono così eloquenti, è difficile credere che si possa trattare di una semplice casualità. E allora cosa si nasconde dietro questo andamento così schizofrenico? Si dice sempre che gli stadi vuoti abbiano annullato il fattore casalingo, ma ciò non toglie che le squadre di casa siano più portate a fare la partita. Evidentemente dover imporre il proprio gioco, sfidare squadre chiuse e rintanate, non è ciò che più si addice alla squadra di Braglia. In trasferta, con più spazi e meno pressioni, i biancoverdi possono invece esaltarsi e sfruttare le proprie caratteristiche. Tutta una questione di dna, insomma. Lavorare per migliorare il proprio rendimento casalingo è tuttavia essenziale. Non sfruttare una simile attitudine ai colpi esterni, perdendo terreno in casa, sarebbe infatti deleterio per i lupi.

Leggi anche

Meta Formia – Scandone Avellino, la vigilia: tutto pronto per l’esordio di Trapani

Inizia il girone di ritorno del campionato di basket di Serie B, con la Scandone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.