Di Paolantonio: “Rimango un tifoso dell’Avellino, gli auguro di vincere contro la Ternana”

Ha parlato questo pomeriggio, in diretta su Radio Punto Nuovo, l’ex centrocampista biancoverde Alessandro Di Paolantonio. Doppio ex della sfida che andrà di scena domenica pomeriggio al Partenio-Lombardi tra Avellino e Ternana. Ecco il suo pensiero:  “Con la Ternana è stata una parentesi diversa rispetto a quella con l’Avellino. In Irpinia ho fatto due anni bellissimi. Sarà una bella partita, la Ternana sta facendo un grande campionato. Anche l’Avellino è lì, sarà una partita importante per misurarsi e per vedere a che punto è la squadra. Spero vinca l’Avellino, anche perché sono rimasto in buoni rapporti con tutta la piazza”. 

Continua parlando del mercato che lo ha visto più volte accostato alla squadra di Braglia: “Non siamo riusciti a trovare un accordo, avevo dato la mia disponibilità a rimanere, ma come si sa il matrimonio si fa in due. Non rimpiango nulla, l’Avellino ha allestito un’ottima squadra e farà bene con gli elementi che ha a disposizione”.

Sull’ultimo confronto tra Avellino e Ternana disputato nei play-off dello scorso campionato: “Non era una partita facile, giocavamo fuori casa ed avevamo un solo risultato a disposizione, la vittoria. È un piccolo rimpianto, ci abbiamo provato. Per come eravamo partiti l’anno scorso, già disputare i play off è stato un grande risultato”. 

Esprime il suo parere sul girone dei biancoverdi e dice: “Sto seguendo le sorti dell’Avellino, contro Francavilla e Turris sono stati punti sprecati. La Ternana sembra non sbagliare un colpo, il Bari resta lì attaccato e tra il terzo ed il quinto posto c’è una bella lotta. Il Teramo è una bella scoperta, ci sono il Catania ed il Catanzaro. Spero di vedere l’Avellino il più in alto in classifica. Affrontare Ternana e Bari saranno due banchi di prova complicati. Si dovrà giocare a viso aperto contro entrambe le formazioni, e da qui si potrà capire meglio per quali posizioni dovrà lottare l’Avellino”. 

Parla anche della squadra costruita dalla società: “È stata una squadra costruita bene, con un centrocampo molto forte. De Francesco è un ottimo giocatore, anche Aloi e D’Angelo. È una squadra molto forte, su questo non c’è dubbio. Però il girone C è un campionato molto duro”. 

In chiusura si lascia andare in merito ad un possibile ritorno all’ombra del Partenio: “Non chiuderei le porte ad una città che mi ha dato tanto. Sono rimasto legato alla piazza biancoverde, continuo a sostenerla e spero che faccia il meglio possibile. Rimango sempre un tifoso dell’Avellino ed auguro il meglio alla squadra ed ai tifosi“.

 

Leggi anche

Formia – Avellino, le pagelle della sconfitta irpina: bene Riccio, rimandato Trapani

Costa 6+: una buona prova dal punto di vista del playmaking e dell’attitudine. Valutazione e plus …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.