La C che verrà – Le ipotesi per il prossimo girone C

La C che verrà – Le ipotesi per il prossimo girone C

Scopriamo insieme le possibili rivali dei lupi

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Con la retrocessione del Trapani e la rinuncia della Sicula Leonzio va delineandosi il quadro del prossimo girone C di Serie C. Un quadro tuttavia ancora parziale, in attesa del responso della Covisoc sulle iscrizioni (sembrano escluse sorprese su questo fronte), della conclusione del torneo cadetto (chi retrocederà tra Perugia e Pescara?) e della risoluzione del caso Bitonto (la possibile penalizzazione dei neroverdi per il caso scommesse aprirebbe le porte della C al Foggia).

In attesa di sciogliere gli ultimi nodi è possibile però tracciare un primo volto del prossimo girone meridionale di Serie C. Al momento la composizione dovrebbe essere questa:

Avellino, Bari, Bitonto, Casertana, Catania, Catanzaro, Cavese, Juve Stabia, Monopoli, Paganese, Palermo, Picerno, Potenza, Teramo, Ternana, Trapani, Turris, Vibonese, Virtus Francavilla, Viterbese.

Come sottolineato in precedenza però bisogna aspettare ancora per delineare il volto definitivo del prossimo campionato. Juve Stabia e Trapani devono ancora regolarizzare la propria iscrizione (per le retrocesse il termine ultimo è il 24 agosto) e la posizione dei siciliani è da valutare attentamente visti gli sviluppi societari degli ultimi tempi. La retrocessione del Pescara potrebbe poi spingere gli abruzzesi nel girone C e far scivolare la Ternana nel B. La posizione del Bitonto infine resta a forte rischio. Un solo punto di penalizzazione, riferito alla scorsa stagione sportiva, basterebbe per cambiare le carte in tavola e favorire la promozione del Foggia al posto dei propri corregionali.

I dubbi sono ancora tanti. Ciò che è sicuro è che in ogni caso sarà un girone duro, con tante squadre vogliose di essere protagoniste.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy