Prosciolti da ogni accusa: l’Avellino sorride

Prosciolti da ogni accusa: l’Avellino sorride

Vittoria su tutta la linea: stamane era stata chiesta l’ammenda di 5mila euro

di Redazione Sport Avellino

Prosciolti. E nemmeno multati. Così ha deciso il tribunale Federale nazionale sulla richiesta di inibizione per l’ex braccio destro di Giannandrea De Cesare, Luigi Carbone e l’Us Avellino. Per il TFN non sussistono le prove per poter condannare l’ex dirigente e l’Avellino stesso. Nemmeno un euro di ammenda. Decadono le accuse e l’impossibilità di provare quella foto che ritraeva Carbone in una sala scommesse, non costituisce un elemento tale da poter “colpevolizzare” nessuno. La nuova società tira un sospiro di sollievo. L’Avellino sorride

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy